in

Volodymyr Zelenskyj avverte la Russia “non vuole la pace” dopo che Putin ha detto a Kiev che avrebbe smesso di combattere se l’Ucraina avesse messo da parte le sue ambizioni della NATO

Volodymyr Zelenskyj avverte la Russia “non vuole la pace” dopo che Putin ha detto a Kiev che avrebbe smesso di combattere se l’Ucraina avesse messo da parte le sue ambizioni della NATO


Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha accusato oggi la Russia di non volere la rate, dopo che Vladimir Putin ha affermato che avrebbe accettato un cessate il fuoco solo se l’Ucraina avesse accettato di fermare i suoi piani di adesione alla NATO.

Zelenskyj ha lanciato l’accusa al termine di un importante vertice diplomatico in Svizzera, al quale hanno partecipato più di 90 paesi, rendendolo il più grande raduno a sostegno dell’Ucraina dall’inizio dell’invasione.

Ai partecipanti alla conferenza, tra cui il britannico Rishi Sunak, il tedesco Olaf Scholz e l’italiana Giorgia Meloni, ha detto: ‘La Russia non vuole la tempo, questo è un dato di fatto. La Russia e la sua management non sono pronte for every una tempo giusta, questo è un dato di fatto.’

La conferenza ha visto la stragrande maggioranza delle 90 nazioni presenti firmare un comunicato a sostegno della sovranità dell’Ucraina e chiedere anche a Putin di restituire i bambini rubati durante l’invasione.

Ma numerous nazioni presenti che hanno stretti legami commerciali e di sicurezza con la Russia, occur India, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti, non hanno firmato il documento.

I paesi hanno affermato che “riaffermano il nostro impegno verso… i principi di sovranità, indipendenza e integrità territoriale di tutti gli stati, compresa l’Ucraina, all’interno dei loro confini riconosciuti a livello internazionale”.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha accusato oggi la Russia di non volere la pace

Zelenskyj ha lanciato l’accusa al termine di un importante vertice diplomatico in Svizzera, al quale hanno partecipato più di 90 paesi

Zelenskyj ha lanciato l’accusa al termine di un importante vertice diplomatico in Svizzera, al quale hanno partecipato più di 90 paesi

La conferenza ha visto la stragrande maggioranza delle 90 nazioni presenti firmare un comunicato a sostegno della sovranità dell’Ucraina

La conferenza ha visto la stragrande maggioranza delle 90 nazioni presenti firmare un comunicato a sostegno della sovranità dell’Ucraina

La Russia attualmente controlla poco meno di un quinto dell’Ucraina, compresa la penisola di Crimea annessa nel 2014.

Il vertice ha chiesto all’Ucraina di avere il “pieno controllo sovrano” della centrale nucleare di Zaporizhzhia, il più grande sito di energia atomica d’Europa attualmente controllato dalle forze russe.

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) ha più volte messo in guardia dal rischio di un grave disastro nucleare presso l’impianto, controllato dalle forze russe dall’inizio della guerra.

“Le centrali e gli impianti nucleari ucraini, inclusa la centrale nucleare di Zaporizhzhia, devono funzionare in modo sicuro e protetto sotto il pieno controllo sovrano dell’Ucraina”, afferma il comunicato finale.

I paesi hanno anche espresso preoccupazione for every la possibilità che il conflitto possa diventare nucleare, condannando la possibilità che vengano utilizzate armi nucleari.

“Qualsiasi minaccia o uso di armi nucleari nel contesto della guerra in corso contro l’Ucraina è inammissibile”, si legge nel documento.

I militari della 24a brigata meccanizzata delle forze armate ucraine, intitolata al re Danilo, sparano con un mortaio da 120 mm contro le truppe russe

I militari della 24a brigata meccanizzata delle forze armate ucraine, intitolata al re Danilo, sparano con un mortaio da 120 mm contro le truppe russe

I paesi hanno anche espresso preoccupazione per la possibilità che il conflitto possa diventare nucleare

I paesi hanno anche espresso preoccupazione for each la possibilità che il conflitto possa diventare nucleare

I militari ucraini della 148a brigata di artiglieria separata delle forze d'assalto aeree ucraine lanciano un sistema di razzi a lancio multiplo BM-21 Grad verso le truppe russe

I militari ucraini della 148a brigata di artiglieria separata delle forze d’assalto aeree ucraine lanciano un sistema di razzi a lancio multiplo BM-21 Grad verso le truppe russe

C’è stato anche un appello for every lo scambio completo dei soldati catturati e for each il ritorno a casa di tutti i bambini ucraini deportati in Russia e nel territorio controllato dalla Russia.

Kiev ha accusato Mosca di aver rapito illegalmente quasi 20.000 bambini dall’inizio del conflitto: il Cremlino afferma di averli spostati per la loro stessa protezione.

“Tutti i prigionieri di guerra devono essere rilasciati mediante scambio totale”, si legge nel documento.

“Tutti i bambini ucraini deportati e sfollati illegalmente, e tutti gli altri civili ucraini che sono stati illegalmente detenuti, devono essere restituiti in Ucraina”, ha aggiunto.

Sulle questioni relative al commercio alimentare e agricolo, il comunicato afferma: “La sicurezza alimentare non deve essere utilizzata arrive arma in alcun modo. I prodotti agricoli ucraini dovrebbero essere forniti in modo sicuro e gratuito ai paesi terzi interessati.’

L’Ucraina è uno dei maggiori produttori ed esportatori agricoli del mondo, ma l’invasione della Russia ha complicato le sue esportazioni attraverso il Mar Nero, che è diventato una zona di battaglia.

I militari della guardia nazionale ucraina della Brigata Khartia volano a "vampiro" drone mentre bombardava le posizioni russe

I militari della guardia nazionale ucraina della Brigata Khartia pilotano un drone “vampiro” mentre bombardano le posizioni russe

I militari della guardia nazionale ucraina della brigata Khartia corrono a ricaricare un cannone D-20 mentre sparano verso le posizioni russe

I militari della guardia nazionale ucraina della brigata Khartia corrono a ricaricare un cannone D-20 mentre sparano verso le posizioni russe

I militari della guardia nazionale ucraina della brigata Khartia si mettono al riparo dopo aver sparato contro le posizioni russe

I militari della guardia nazionale ucraina della brigata Khartia si mettono al riparo dopo aver sparato contro le posizioni russe

“La navigazione commerciale libera, completa e sicura, così arrive l’accesso ai porti marittimi nel Mar Nero e nel Mar d’Azov, sono fondamentali”, afferma il documento finale.

E aggiunge: “Gli attacchi alle navi mercantili nei porti e lungo l’intera rotta, così occur contro i porti civili e le infrastrutture portuali civili, sono inaccettabili”.

Il documento suggerisce inoltre che i futuri colloqui su un quadro di rate dovrebbero includere la Russia.

“Crediamo che il raggiungimento della rate richieda il coinvolgimento e il dialogo tra tutte le parti”, afferma la dichiarazione congiunta.

I partecipanti al vertice hanno “deciso di intraprendere passi concreti in futuro nei settori sopra menzionati con un ulteriore impegno dei rappresentanti di tutti i partiti”.

#Volodymyr #Zelenskyj #avverte #Russia #vuole #rate #dopo #che #Putin #detto #Kiev #che #avrebbe #smesso #combattere #lUcraina #avesse #messo #parte #sue #ambizioni #della #NATO



Leggi di più su each day mail

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WINDTRE MIA: nuovo portafoglio con almeno 100 Giga Full Speed in 5G da 6,99 euro al mese – MondoMobileWeb.it | News | Telefonia

WINDTRE MIA: nuovo portafoglio con almeno 100 Giga Full Speed in 5G da 6,99 euro al mese – MondoMobileWeb.it | News | Telefonia

Tre aperture serali svelano le meraviglie della dimora situata tra campagna e mare

Tre aperture serali svelano le meraviglie della dimora situata tra campagna e mare