in

Tre aperture serali svelano le meraviglie della dimora situata tra campagna e mare

Tre aperture serali svelano le meraviglie della dimora situata tra campagna e mare


Dal 18 giugno Castello Benelli riapre le proprie porte al pubblico per un’estate ricca di appuntamenti: visite, serate in musica, viaggi alla scoperta degli angoli più segreti e remoti del castello e grandi concerti compongono un cartellone estivo che offrirà l’opportunità a turisti, appassionati d’arte e curiosi di scoprire questo gioiello, restituito alla collettività grazie ad un attento restauro conservativo che lo ha riportato agli antichi splendori. Un vero incanto che si apre a pochi passi dal mare tra le sale riccamente affrescate degli interni recuperati e il verde degli antichi pini marittimi e dei giardini circostanti.


Castello Benelli spalanca quindi finalmente le sue porte al pubblico per tre appuntamenti serali in musica tra giugno e agosto che daranno la sensazione al pubblico di vivere in una favola. Esattamente martedì 18 giugno, martedì 23 luglio e giovedì 1 agosto dalle ore 19:30 la dimora ottocentesca che riprende suggestive atmosfere rinascimentali è pronta ad accogliere i visitatori nella sua magica atmosfera per visite guidate impreziosite dalle note del violino di Isabella Bui.


L’estate 2024, poi, vede anche la possibilità di addentrarsi alla scoperta degli angoli più remoti e nascosti del Castello con speciali visite durante il weekend che permetteranno di scoprire le stanze private della dimora, svelando tesori nascosti e racconti affascinanti, e di godere della visita di sale mai viste prime, oltre a poter ammirare il giardino nascosto dietro le mura, una vera oasi di tranquillità da scoprire, godendo del racconto di aneddoti e curiosità sulle piante e i fiori presenti. Primo appuntamento domenica 7 luglio (ore 18:30 e 19:30) con repliche nelle domeniche del 28 luglio, 4 agosto e 18 agosto e nei sabati (ore 11:00 e 12:00) del 27 luglio, 3 agosto e 17 agosto.


Per chi, infine, volesse apprezzare la tranquilla maestosità di Castello Benelli con una visita guidata durante la settimana, come occasione per impreziosire ulteriormente una vacanza in Romagna, la dimora aprirà le proprie porte anche nelle giornate di martedì 25 giugno (unico turno: ore 18:30) e venerdì 12 luglio, giovedì 18 luglio, giovedì 8 agosto e giovedì 29 agosto per visite guidate classiche con turni alle ore 18:30 e alle 19:30, alle quali si aggiungerà un’opportunità di visita mattutina sabato 29 giugno alle ore 11:00 e alle ore 12:00.


Per tutte le visite guidate, la prenotazione è obbligatoria




Due importanti appuntamenti musicali, infine, arricchiscono il palinsesto estivo delle iniziative di Castello Benelli: in collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna, infatti, la suggestiva dimora ospiterà all’interno della rassegna “Domenica in musica. Il Comunale attraversa la città” domenica 30 giugno (ore 11:00) il concerto “Omaggio a Puccini”, e sabato 6 luglio alle ore 19:00 un appuntamento con brani tratti dall’opera “Don Giovanni” di W.A. Mozart: due opportunità per immergersi nell’arte dei grandi compositori accompagnati dalla maestria degli interpreti della Scuola dell’Opera del Teatro Comunale di Bologna, dai professori d’orchestra del teatro e da giovani artisti emergenti.


Castello Benelli


Eretto ricalcando le fondamenta di un antico castello medievale del XI secolo, Castello Benelli è il punto centrale di un’area ricca di storia: Bordonchio, infatti, registra tracce della presenza dell’uomo sin dal I secolo dopo cristo. La Via Popilia o Romea che partendo da Rimini conduceva ad Aquileia, lambiva il borgo di Bordunculos, probabile stazione di posta lungo il tragitto che il console Popilio Lentate aveva tracciato lungo il litorale adriatico. Numerosi ritrovamenti archeologici documentano tale periodo al quale seguì un secolare processo di consolidamento di una ruralità dominante del territorio caratterizzato dalla presenza di edifici religiosi come la Pieve di San Martino, l’Abbazia di Donegalia e civili come il Castrum Libani divenuto poi dimora di caccia dei Malatesta.


E proprio sull’antico Castrum sorge oggi Castello Benelli, edificato nella seconda metà dell’Ottocento dal conte Pietro Spina riprendendo uno schema architettonico quattrocentesco. In questa straordinaria villa in forma di castello nel corso di recenti lavori di restauro sono emerse tracce di precedente struttura sul cui impianto venne innalzato il nuovo volume nel 1917 acquistato da Ignazio Benelli. Suggestivo l’apparato pittorico che occupa tutte le pareti della villa: i visitatori potranno scoprire una sorta di repertorio iconografico elaborato in chiave moderna di motivi ricavati dalla tradizione classica e rinascimentale, perfettamente restaurato e di grande impatto visivo. Grande suggestione suscitano anche le imponenti scuderie che riportano ad epoche antiche e vita signorile così come il fertile giardino, teatro di grandi eventi, impreziosito da una corona di pini marittimi che circondano la struttura. 


La nuova proprietà apportò diverse modifiche al castello, sia esternamente che a livello decorativo degli spazi interni, recuperando, in particolare, l’intero piano terra a funzione residenziale collegandola ai due piani superiori dell’immobile. Dal Salone di ingresso allo Studio delle Aquile, dalla Sala da pranzo, alla Sala degli stemmi al Salone di Gigli e alle diverse torrette, Castello Benelli si presenta oggi con stanze affrescate che sono state tutte finemente restaurate.    


Storicamente il Castello si dedicava alla produzione di vino mentre oggi si occupa della coltivazione di grano, girasole e mais con un’azienda agricola ancora attiva che vanta numerosi premi. 


Castello Benelli rappresenta dunque un insieme architettonico unico che ha conservato negli anni una stretta, percepibile, relazione fra edificato e campagna sintesi di un delicato equilibrio, altrove perduto, di particolare suggestione formale.







Informazioni

Costo visita guidata: 12€, 9€ per possessori Card Cultura Bologna, soci Touring Club Italiano

e Ingresso gruppi; gratuito per bambini fino ai 10 anni














Leggi di più su rimini today

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Volodymyr Zelenskyj avverte la Russia “non vuole la pace” dopo che Putin ha detto a Kiev che avrebbe smesso di combattere se l’Ucraina avesse messo da parte le sue ambizioni della NATO

Volodymyr Zelenskyj avverte la Russia “non vuole la pace” dopo che Putin ha detto a Kiev che avrebbe smesso di combattere se l’Ucraina avesse messo da parte le sue ambizioni della NATO

Apple Intelligence, OpenAi, la privacy e l’ambiente: i dubbi ancora da chiarire

Apple Intelligence, OpenAi, la privacy e l’ambiente: i dubbi ancora da chiarire