in

Cinque uomini sauditi condannati a 32 anni di carcere e 4.500 frustate per aver organizzato una festa di San Valentino con “donne non imparentate, bevendo e ballando”

Cinque uomini sauditi condannati a 32 anni di carcere e 4.500 frustate per aver organizzato una festa di San Valentino con “donne non imparentate, bevendo e ballando”


  • Gli uomini sono stati arrestati dalla Commissione per la Promozione della Virtù e la Prevenzione del Vizio
  • Tutti e cinque hanno ammesso le accuse di isolamento illecito con donne non imparentate, balli e bevute
  • Un giudice deciderà la sorte delle sei donne sorprese con gli uomini

Cinque uomini sauditi sono stati condannati a 32 anni di carcere e 4.500 frustate da un tribunale penale dell’Arabia Saudita per aver organizzato una festa di San Valentino.

Erano gli uomini che violavano la legge catturato in una casa di riposo in affitto nella zona di Al-Farouq Provincia di Buraidah Qassim E accusati di aver organizzato una festa con donne a loro estranee, di aver bevuto e ballato.

Polizia della Commissione per la promozione della virtù e la prevenzione del vizio (CPVPV) radunarono gli uomini con l’aiuto delle pattuglie di sicurezza per i loro reati insieme a sei donne il 14 febbraio.

Vietato: agli uomini sauditi è stato vietato per un certo periodo l’uso dei cellulari con fotocamera per paura che gli uomini li usassero per fotografare segretamente donne e pubblicarle su Internet senza il consenso dei soggetti

Tutti gli uomini hanno ammesso le accuse, che includono isolamento illecito con donne non imparentate, ballo e consumo di alcol.

Un giudice deciderà la sorte delle sei donne.

La Commissione per la promozione della virtù e la prevenzione del vizio è la polizia religiosa dell’agenzia governativa dell’Arabia Saudita o mutaween (che significa pio) per far rispettare la legge della Sharia all’interno della nazione islamica.

Complessivamente conta dai 3.500 ai 4.000 agenti di polizia che applicano un rigido codice religioso ai cittadini.

I membri pattugliano le strade controllando il codice di abbigliamento, la rigorosa separazione tra uomini e donne, la preghiera salat dei musulmani durante i tempi di preghiera e altri comportamenti che ritengono siano comandati dall’Islam.

IL mutaween (CPVPV) Sono noti per avere la barba folta e indossare il velo (ghutrah o shemagh) sciolto senza agal e spesso provengono dalle classi inferiori dell’Arabia Saudita.

L’organismo ha ampi poteri per detenere e rimproverare i trasgressori e chiudere le impresed sono impiegati direttamente dal Re. Il budget dell’organizzazione per il 2013 era l’equivalente di 390 milioni di dollari.

In un caso separato, Raif Badawiun blogger saudita recentemente si è scontrato con le autorità e rischia dieci anni di carcere, mille frustate e una multa di un milione di riyal per “insulto all’Islam”.

Il signor Badawi è stato arrestato nel giugno 2012 e accusato di criminalità informatica e di disobbedienza a suo padre – un crimine in Arabia Saudita – in relazione al suo sito web Saudi Liberal Network.

Secondo Human Rights Watch, il sito includeva articoli critici nei confronti di importanti figure religiose come il Gran Mufti dell’Arabia Saudita.

Inizialmente aveva dovuto affrontare sette anni di carcere e 600 frustate, ma una corte d’appello annullò la sentenza e ordinò un nuovo processo.

Amnesty International ha definito la nuova sentenza “oltraggiosa” e ha affermato che Badawi è un “prigioniero di coscienza”. Il suo sito web è stato chiuso dopo il suo primo processo.

Re Abdullah dell'Arabia Saudita: Il re impiega una polizia religiosa per imporre comportamenti che vanno contro il rigido dominio islamico

Re Abdullah: Il re impiega una polizia religiosa per imporre comportamenti che vanno contro il rigido dominio islamico e questo ha colpito anche blogger come Raif Badawi, a destra, che rischia dieci anni di prigione per aver insultato l’Islam

I cittadini dell’Arabia Saudita sono costantemente incoraggiati a denunciare chi infrange la legge.

Per molti reati la punizione è severa e comporta spesso percosse e umiliazioni, e gli stranieri non sono esclusi dall’arresto.

LA RIGOROSA LEGGE DELLA SHARIA CHE NON DEVE ESSERE INFRATA IN ARABIA SAUDITA

TI mutaween sostenuti dal governo pattugliano il paese per garantire che le leggi siano rispettate:

  • Timpediscono alla popolazione di adottare usanze occidentali “frivole” come il giorno di San Valentino
  • Garantiscono che le droghe, compreso l’alcol, non vengano commercializzate
  • Controllano che le donne indossino l’abaya, il tradizionale mantello nero avvolgente
  • Si assicurano che gli uomini e le donne visti insieme in pubblico siano imparentati
  • Garantiscono che le donne non fumino in pubblico
  • Nel 2004 è stato emanato un divieto sui cellulari con fotocamera, ma successivamente è stato revocato nello stesso anno
Alleato in Medio Oriente: David Cameron riceve un'onorificenza dal re Abdullah.  Human Rights Watch afferma che l’Arabia Saudita, fedele alleato dell’Occidente in Medio Oriente, ha una lunga storia di repressione della libertà di espressione

Alleato in Medio Oriente: David Cameron riceve un’onorificenza dal re Abdullah. Human Rights Watch afferma che l’Arabia Saudita, fedele alleato dell’Occidente in Medio Oriente, ha una lunga storia di repressione della libertà di espressione

Philip Luther, direttore del programma Medio Oriente e Nord Africa di Amnesty International, ha esortato le autorità saudite ad annullare la condanna del blogger Badawi.

“La decisione di condannare Raif Badawi a 10 anni di prigione e 1.000 frustate è scandalosa”, ha detto.

Human Rights Watch ha affermato che l’Arabia Saudita, fedele alleato dell’Occidente in Medio Oriente, ha una lunga storia di repressione della libertà di espressione.

#Cinque #uomini #sauditi #condannati #anni #carcere #frustate #aver #organizzato #una #festa #San #Valentino #con #donne #imparentate #bevendo #ballando



Leggi di più su daily mail

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TIM Goditi l’Estate: prima rata a Settembre 2024 sull’acquisto di MacBook, PS5 e Good Television set – MondoMobileWeb.it | News | Telefonia

TIM Goditi l’Estate: prima rata a Settembre 2024 sull’acquisto di MacBook, PS5 e Good Television set – MondoMobileWeb.it | News | Telefonia

Giro turistico sulle strade del Sic, torna il tradizionale appuntamento con la “Moto benedizione”

Giro turistico sulle strade del Sic, torna il tradizionale appuntamento con la “Moto benedizione”