in

Nuovi avvistamenti di squali innescano ALTRE chiusure di spiagge spagnole – con squali martello e squali elefante ora avvistati dai turisti dopo che la bestia di 10 piedi ha lasciato i nuotatori terrorizzati a Gran Canaria

Nuovi avvistamenti di squali innescano ALTRE chiusure di spiagge spagnole – con squali martello e squali elefante ora avvistati dai turisti dopo che la bestia di 10 piedi ha lasciato i nuotatori terrorizzati a Gran Canaria


Nuovi avvistamenti di squali hanno costretto altre due spiagge turistiche spagnole a chiudere poiché numerosi predatori sono stati avvistati al largo della costa di Gran Canaria, tra cui una bestia grande fino a 10 piedi.

I bagnini hanno ordinato ai bagnanti di uscire dall’acqua sulla spiaggia di Melenara, sulla costa orientale dell’isola, per il secondo giorno consecutivo quando un drone della polizia ha avvistato uno squalo martello al largo della spiaggia poco dopo la sua riapertura, ieri mattina.

Il divieto di balneazione ieri pomeriggio è stato esteso anche alla vicina spiaggia di Salinetas.

E circa thanks ore dopo i bagnini hanno issato la bandiera rossa in un terzo punto – la spiaggia di San Augustin, nel sud dell’isola – dopo che un turista aveva fotografato la pinna rivelatrice di uno squalo che spuntava dall’acqua.

Non è ancora chiaro se il grosso pesce sia lo stesso che ha terrorizzato i bagnanti sulla spiaggia di Melenara intorno alle 17 di sabato e ha portato alla prima chiusura delle spiagge.

I bagnini hanno ordinato ai bagnanti di uscire dall’acqua sulla spiaggia di Melenara, sulla costa orientale di Gran Canaria, for every il secondo giorno consecutivo quando un drone della polizia ha avvistato uno squalo martello al largo della spiaggia

Gli squali martello possono crescere fino a 20 piedi di lunghezza e pesare fino a 1.000 libbre

Gli squali martello possono crescere fino a 20 piedi di lunghezza e pesare fino a 1.000 libbre

Le riprese dei droni della polizia mostrano una pinna che spunta fuori dall'acqua al largo della costa orientale di Gran Canaria

Le riprese dei droni della polizia mostrano una pinna che spunta fuori dall’acqua al largo della costa orientale di Gran Canaria

È stata riaperta brevemente alla balneazione ieri mattina prima della seconda chiusura intorno alle 13 dopo che i droni della polizia locale hanno avvistato uno squalo vicino al porto di Taliarte, vicino alla spiaggia di Melenara.

La bandiera rossa è stata issata anche sulla spiaggia di Salinetas, poco a sud.

La polizia locale ha confermato, dopo un secondo avvistamento di droni molto più chiaro nella stessa zona intorno alle 17 di ieri, che si trattava di uno squalo martello, la stessa specie che ha scatenato il panico sabato quando è apparso vicino alla costa.

Inizialmente le sue dimensioni erano point out calcolate a poco meno di sette piedi, anche se il secondo avvistamento di droni indicava che era lungo fino a 10 piedi.

Anche la spiaggia di San Augustin, 20 miglia a sud, è stata chiusa dopo un nuovo avvistamento di squali.

Secondo quanto riferito, è stato avvistato da un turista nei pressi di un ristorante affacciato sul mare chiamato Balcon de San Augustin. Successivamente anche i funzionari della Croce Rossa hanno confermato di averlo visto.

Non è stato più recuperato nonostante gli sforzi della polizia locale e di altri funzionari for every localizzarlo e rintracciarlo, e si prevede che la spiaggia riaprirà di nuovo oggi, a meno che i capi del consiglio non facciano un’inversione di marcia dell’ultimo minuto.

Non è chiaro se lo squalo visto più a sud sia uno squalo martello, che può crescere fino a 20 piedi di lunghezza e pesare fino a 1.000 libbre, o un’altra specie.

La maggior parte delle specie di squali martello sono considerate innocue for every l’uomo e sono stati registrati pochi attacchi, ma sono cacciatori aggressivi e le loro dimensioni e ferocia li rendono potenzialmente innocui.

Si potevano sentire le giovani ragazze urlare mentre lo squalo che sabato pomeriggio aveva causato il panico sulla spiaggia di Melenara si avvicinava velocemente alla costa con la sua pinna rivelatrice che sporgeva dall’acqua.

Il filmato della scena mostrava i giovani che correvano for each mettersi in salvo mentre lo squalo nuotava verso la costa prima di tornare indietro all’ultimo minuto dopo essersi dimenato nell’acqua.

I bagnini vengono visti pattugliare una spiaggia in mezzo a un'ondata di avvistamenti di squali, costringendo i turisti a uscire dall'acqua

I bagnini vengono visti pattugliare una spiaggia in mezzo a un’ondata di avvistamenti di squali, costringendo i turisti a uscire dall’acqua

I giovani sono stati visti correre per mettersi in salvo mentre lo squalo si avvicinava intorno alle 17 di sabato

I giovani sono stati visti correre for each mettersi in salvo mentre lo squalo si avvicinava intorno alle 17 di sabato

Un pesce è stato identificato localmente come uno squalo martello che può crescere fino a 20 piedi di lunghezza e pesare fino a 1.000 libbre

Un pesce è stato identificato localmente come uno squalo martello che può crescere fino a 20 piedi di lunghezza e pesare fino a 1.000 libbre

Un altro uomo è stato raffigurato con un bambino in braccio dalla sicurezza della sabbia mentre lo guardava venire verso di loro.

Un portavoce del Comune di Telde, il comune a cui appartiene la spiaggia di Melenara, ha detto mentre si svolgeva il dramma: “È importante che la gente mantenga la calma e segua le istruzioni dei bagnini e delle autorità”.

Una giovane ragazza che era in acqua quando è apparso lo squalo ha detto a una stazione televisiva locale: “Il bagnino ha iniziato a fischiare e a indicare a tutti di uscire dall’acqua e io mi sono guardata intorno e ho visto la sua pinna”.

Un amico ha aggiunto: “Abbiamo visto la pinna che period a circa sette pollici fuori dall’acqua e abbiamo iniziato a muoverci il più velocemente possibile verso la spiaggia”.

Il mese scorso a turisti e gente del posto è stato vietato di entrare in mare a seguito dell’avvistamento di uno squalo al largo di una spiaggia di Minorca.

Il filmato della scena mostrava lo squalo nuotare verso la riva prima di tornare indietro

Il filmato della scena mostrava lo squalo nuotare verso la riva prima di tornare indietro

Le guardie costiere hanno issato la bandiera rossa e hanno chiamato l’equivalente spagnolo di 999 dopo che la pinna rivelatrice di una verdesca o tinterora di sette piedi è stata vista sopra la linea di galleggiamento.

L’allarme è stato lanciato intorno alle 15.30 del 6 maggio sulla famosa spiaggia di Arenal d’en Castell, lo stesso luogo in cui un altro squalo period stato avvistato nel giugno 2018 quando ai bagnanti era stato vietato di entrare in acqua for each l’intero pomeriggio.

L’avvistamento dello squalo è stato descritto all’epoca appear il primo quest’anno nei pressi di una spiaggia della Costa.

Le verdesche mordono raramente gli esseri umani, ma sono state implicate in diversi episodi di morsi, quattro dei quali si dice siano terminati fatalmente.

Una verdesca è stata accusata di aver attaccato un turista a Elche, vicino ad Alicante, nel luglio 2016.

La vittima, 40 anni, è stata portata d’urgenza in ospedale e gli sono stati applicati dei punti di sutura su una ferita alla mano.

I soccorritori hanno descritto il morso appear “grande” e hanno detto che era uscito dal mare con il sangue che colava dalla ferita.

Nel giugno dello scorso anno uno squalo blu adulto di circa sette piedi ha causato il panico al largo della spiaggia di Aguamarina, sulla Costa Blanca, a Orihuela, a sud di Alicante.

I bagnanti sono stati filmati mentre cercavano di mettersi in salvo nell’acqua alta fino alla cintola mentre si avvicinava alla costa.

I bagnini hanno fischiato for each avvisare la gente del posto e i vacanzieri della presenza di grossi pesci e li esortano a uscire dal mare il più rapidamente possibile.

Si dice che una donna, probabilmente una persona anziana vista mentre veniva aiutata a uscire dall’acqua dai Buoni Samaritani, abbia subito un attacco di panico dopo aver realizzato che lo squalo era accanto a lei.

La polizia locale ha confermato, dopo un secondo avvistamento di droni molto più chiaro nella stessa zona intorno alle 17 di ieri, che si trattava di uno squalo martello, la stessa specie che ha scatenato il panico sabato

La polizia locale ha confermato, dopo un secondo avvistamento di droni molto più chiaro nella stessa zona intorno alle 17 di ieri, che si trattava di uno squalo martello, la stessa specie che ha scatenato il panico sabato

Fu ritrovato morto il giorno seguente tra le rocce della spiaggia di La Caleta a Cabo Roig, a un paio di miglia di distanza.

Lo stesso giorno è emerso che la stessa specie di squalo era stata avvistata all’interno del porto di Ciutadella a Minorca.

Il biologo Asier Furundarena ha insistito sul fatto che dopo gli avvistamenti del fine settimana a Gran Canaria non c’era motivo di allarmarsi.

Ha detto: ‘Le persone dovrebbero rispettare le istruzioni che ricevono dai bagnini, dalla polizia locale o da altre autorità presenti e mantenere la calma perché non succederà loro assolutamente nulla.

“Dovrebbero anche godersi il momento a cui stanno assistendo perché è un privilegio vedere specie come queste che sono in pericolo in altre parti del mondo e che qui possono cercare rifugio.”

#Nuovi #avvistamenti #squali #innescano #ALTRE #chiusure #spiagge #spagnole #con #squali #martello #squali #elefante #ora #avvistati #dai #turisti #dopo #che #bestia #piedi #lasciato #nuotatori #terrorizzati #Gran #Canaria



Leggi di più su each day mail

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vodafone Promo Summer con sconti su smartphone Samsung, Honor, Motorola, Oppo e altri – MondoMobileWeb.it | News | Telefonia

Vodafone Promo Summer con sconti su smartphone Samsung, Honor, Motorola, Oppo e altri – MondoMobileWeb.it | News | Telefonia

San Giovanni festeggia il secolo di vita di nonna Assunta

San Giovanni festeggia il secolo di vita di nonna Assunta