in

Hamas pubblica un video di “terrore psicologico” con la voce dell’ostaggio Noa Argamani, suscitando la protesta della sua famiglia

Hamas pubblica un video di “terrore psicologico” con la voce dell’ostaggio Noa Argamani, suscitando la protesta della sua famiglia


  • Noa Argamani, 26 anni, è stata rapita dal festival musicale Nova il 7 ottobre

Hamas ha pubblicato un video di “terrore psicologico” di quella che si ritiene sia la voce di Noa Argamani, suscitando la protesta della sua famiglia e degli attivisti che hanno chiesto al governo di riportare a casa lei e gli altri ostaggi a Gaza.

Lo studente di 26 anni è stato rapito dal festival musicale Nova durante il mortale attacco terroristico del 7 ottobre e portato a Gaza insieme a circa altri 250 ostaggi.

Il video del rapimento di Noa sul retro di una motocicletta è diventato il simbolo degli orrori affrontati dai civili al festival e in tutto il sud di Israele quando è scoppiata la violenza.

In seguito è apparsa in un agghiacciante video di ostaggi a gennaio, parlando alla telecamera insieme agli altri prigionieri Yossi Sharabi, 53 anni, e Itai Svirsky, 38 anni. In seguito è stato riferito che i due uomini erano stati uccisi, con Noa costretta ad annunciare la loro morte.

Nel nuovo audio si può sentire quella che sembra essere la voce di Noa, accompagnata da disegni che la sua famiglia ritiene siano stati realizzati dalla giovane donna.

Nel nuovo audio si può sentire quella che sembra essere la voce di Noa, accompagnata da disegni che la sua famiglia ritiene siano stati realizzati dalla giovane donna.

Noa Argamani è stata rapita da Hamas al festival Nova il 7 ottobre e filmata mentre attraversava il deserto

Noa Argamani è stata rapita da Hamas al festival Nova il 7 ottobre e filmata mentre attraversava il deserto

Noa è apparsa in un agghiacciante video in ostaggio a gennaio, mentre parlava davanti alla telecamera insieme agli altri prigionieri Yossi Sharabi e Itai Svirsky.  Successivamente è stato riferito che i due uomini erano stati uccisi

Noa è apparsa in un agghiacciante video in ostaggio a gennaio, mentre parlava davanti alla telecamera insieme agli altri prigionieri Yossi Sharabi e Itai Svirsky. Successivamente è stato riferito che i due uomini erano stati uccisi

Si può sentire la voce identificata come Noa dire: ‘Sono imprigionato con le Brigate Al-Qassam [the armed wing of Hamas].

“Sono stato in prigionia per più di 237 giorni e non so fino a quando.

‘Dico al popolo di Israele: siete diventati partner governativi di Netanyahu, Gallant e Gantz? Il mio destino insieme ai miei colleghi sarà come quello di Ron Arad?’

Ron Arad era un aviatore israeliano che si lanciò dal suo aereo durante una missione nel sud del Libano nel 1986 e fu preso in ostaggio. Israele ha cercato di localizzarlo per decenni, ma ora si presume sia morto.

La famiglia Argamani ha inizialmente rilasciato una dichiarazione tramite il forum Hostages & Missing Families poco dopo che il video ha iniziato a circolare chiedendo che non fosse trasmesso.

Ma subito dopo, il forum ha rilasciato la seguente dichiarazione, consentendo la pubblicazione del video con l’approvazione della famiglia.

Noa, che ha 26 anni, è stata rapita al festival musicale Nova il 7 ottobre e portata a Gaza

Noa, che ha 26 anni, è stata rapita al festival musicale Nova il 7 ottobre e portata a Gaza

“Dopo aver valutato la situazione e aver ricevuto ulteriori informazioni, la famiglia Argamani ha approvato l’uso di un video in cui Noa Argamani è stata ascoltata mentre era tenuta in ostaggio da Hamas”, si legge nella nota.

“Accanto alla voce di Noa, vengono mostrati dei disegni che la famiglia crede siano scarabocchi disegnati da Noa.”

La dichiarazione del forum continuava dicendo: ‘125 uomini e donne sono stati tenuti in ostaggio da Hamas per 238 giorni. Il governo israeliano deve ascoltare la chiamata e agire con decisione, senza bisogno di alcun video di propaganda da parte di Hamas, per raggiungere rapidamente un accordo per riportare a casa gli ostaggi!’

La madre di Noa, Liora Argamani, ha un cancro al cervello allo stadio 4 e ha più volte espresso il desiderio di rivedere sua figlia.

La madre di Noa, Liora Argamani, ha un cancro al cervello allo stadio 4 e ha più volte espresso il desiderio di rivedere sua figlia

La madre di Noa, Liora Argamani, ha un cancro al cervello allo stadio 4 e ha più volte espresso il desiderio di rivedere sua figlia

La giovane donna è tra le oltre 100 persone che si ritiene siano ancora tenute in ostaggio a Gaza. È una delle sole 19 donne ancora detenute dal gruppo terroristico.

Alcuni dei sopravvissuti che sono stati rilasciati da Gaza durante lo scambio di ostaggi e l’accordo di cessate il fuoco di novembre hanno descritto di essere stati torturati, aggrediti sessualmente e morti di fame durante la prigionia.

La posizione attuale di Noa è sconosciuta. Israele considera tutti i video sugli ostaggi come una forma di guerra psicologica.

Il clip della sua voce è il terzo video in ostaggio rilasciato questa settimana, dopo i due precedenti rilasciati dal gruppo terroristico palestinese Jihad islamica.

#Hamas #pubblica #video #terrore #psicologico #con #voce #dellostaggio #Noa #Argamani #suscitando #protesta #della #sua #famiglia



Leggi di più su daily mail

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vodafone Super Wi-Fi 6 Extender: continua fino al 30 Giugno 2024 la promo con 2 mesi gratis – MondoMobileWeb.it | News | Telefonia

Vodafone Super Wi-Fi 6 Extender: continua fino al 30 Giugno 2024 la promo con 2 mesi gratis – MondoMobileWeb.it | News | Telefonia

Al Cocoricò debutta il nuovo format “Songs on” e arriva un nuovo palco di fianco alla Piramide

Al Cocoricò debutta il nuovo format “Songs on” e arriva un nuovo palco di fianco alla Piramide