in

Belluno, un orso goloso ruba 80 chili di miele e distrugge un apiario

Un complesso di arnie di proprietà di un apicoltore di Val di Zoldo (Belluno) è stato distrutto presumibilmente da un orso di passaggio il quale avrebbe asportato dall’allevamento circa 80 chilogrammi di miele, favi e fogli di cera. L’incursione è avvenuta nella notte tra mercoledì e giovedì (15-16 maggio), a Fornesighe.

Animali in transito

Lo riferisce la polizia provinciale che ha rilevato impronte e segni di unghiate tipici del plantigrado. Gli agenti hanno posizionato alcune fototrappole sia nell’area dell’incursione sia nella zona intorno, per monitorare eventuali altri spostamenti.

Secondo gli esperti si tratterebbe di un esemplare di passaggio proveniente dalla Slovenia o dal Trentino. Le api presenti nelle arnie sfasciate sono andate disperse.

I controlli

Non è una novità quella del passaggio degli orsi nel bellunese: nella notte tra l’8 e il 9 maggio una fototrappola a Casera Razzo (Vigo di Cadore) aveva immortalato proprio un esemplare in transito.

Alla luce della recente incursione in Val di Zoldo, la polizia provinciale raccomanda agli apicoltori “di controllare quotidianamente gli apiari, specialmente quelli collocati in aree distanti dalle abitazioni in queste giornate di fioriture”.



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hikikomori, chi sono i 66mila giovanissimi eremiti d’Italia

Femminicidio Sofia Stefani, Gualandi rimane in carcere. All’interrogatorio si è difeso: “Non voleva che la lasciassi. E’ partito un colpo accidentale nel parapiglia”