in

La donna “violentata da Christian Brueckner” dice alla corte che soffre ancora gli effetti fisici della brutale aggressione sessuale 20 ANNI dopo, poiché è costretta a negare di aver fatto l’amore con il suo ragazzo subito dopo l’aggressione durante uno spietato controinterrogatorio


Un’ex guida turistica ha raccontato in tribunale di soffrire ancora fisicamente a causa di un brutale attacco sessuale presumibilmente perpetrato da Christian Brueckner 20 anni fa.

Hazel Behan, 40 anni, che ha rinunciato al suo anonimato, ha descritto tra le lacrime la sua orribile esperienza per mano dello stupratore e pedofilo condannato.

È stato clamorosamente nominato dalla polizia tedesca nel giugno 2020 come l’uomo sospettato di aver rapito Madeline McCann, ma deve ancora essere accusato ed è attualmente sotto processo per crimini sessuali non correlati.

La signora Behan ha raccontato alla corte di Braunschweig, in Germania, di essere stata violentata nel giugno 2004 da un uomo mascherato che in seguito l’ha frustata e filmata nel suo appartamento a Praia da Roch, a pochi minuti dalla località di Praia da Luz sulla costa tedesca. Costa dell’Algarve da dove Madeleine, allora tre anni, fu rapita nel maggio 2007.

L’ex guida turistica irlandese, che era in lacrime mentre la squadra di difesa di Brueckner conduceva un brutale interrogatorio incrociato, ha rivelato che soffriva ancora di sanguinamento a causa dell’orribile attacco sessuale.

Hazel Behan, 40 anni, (nella foto), che ha rinunciato al suo anonimato, ha descritto tra le lacrime la sua terribile esperienza per mano dello stupratore e pedofilo condannato.

Christian Brueckner (nella foto) è stato clamorosamente nominato dalla polizia tedesca nel giugno 2020 come l'uomo sospettato del rapimento di Madeline McCann

Christian Brueckner (nella foto) è stato clamorosamente nominato dalla polizia tedesca nel giugno 2020 come l’uomo sospettato del rapimento di Madeline McCann

La squadra di difesa ha chiesto se il suo stupratore avesse usato lubrificante quando l’ha attaccata, lasciando inorriditi i membri del pubblico.

Gli avvocati di Brueckner hanno anche affermato che le prove del DNA hanno dimostrato che aveva fatto sesso con il suo allora fidanzato Jason Coates subito dopo il brutale stupro.

Ha detto: “Ho fatto sesso prima dell’incidente perché eravamo una coppia e ho fatto sesso dopo perché eravamo una coppia e avevamo un figlio, ma non ho fatto sesso subito dopo”.

La signora Behan ha contattato la polizia dopo aver riconosciuto una foto di Brueckner, 47 anni, e una richiesta di informazioni e quando le è stato chiesto perché fosse sicura che fosse lui ha dato la sua risposta straziante.

Ha detto: “Quando passi del tempo in questa situazione e non c’è nient’altro che puoi vedere su questo essere umano, è l’unica cosa che puoi ricordare, mi hanno perforato il cranio e non lo dimenticherò mai”.

La squadra di difesa di Brueckner ha condotto un brutale interrogatorio incrociato sulla donna irlandese

La squadra di difesa di Brueckner ha condotto un brutale interrogatorio incrociato sulla donna irlandese

La signora Behan, di Mullingar, Irlanda, ha aggiunto che i suoi occhi erano completamente illuminati contro la maschera nera e gli abiti attillati che indossava mentre la violentava.

Ha aggiunto: “Erano così blu… tutto così scuro che ne aveva uno, quindi funzionavano come luci, erano così luminosi e io li conosco”.

Behan ha continuato rivelando di essere riuscita a sfruttare la prova dell’incubo in modo positivo, scegliendo di provare ad aiutare altre donne in situazioni simili.

Ha detto al giudice Ute Insa Engemann: ‘Ho visitato il centro anti-stupri e ho ricevuto l’aiuto di cui allora non sapevo di aver bisogno.

“Mi ha fatto pensare a tante altre donne che forse si trovavano in una situazione simile.

‘Non mi sono mai sentito ascoltato e che qualcuno mi avesse ascoltato. Una mattina stavo ascoltando la radio e in un programma che ascoltavo regolarmente c’era una persona che parlava di un tema, completamente diverso dallo stupro. Ho trovato fantastico che fosse così coraggiosa da usare qualcosa di terribile che le era successo, e l’ha usato in modo così positivo.

La signora Behan ha spiegato in dettaglio come l'aggressore abbia poi minacciato di ucciderla prima di fuggire dal balcone dopo l'aggressione (nella foto, vista esterna delle finestre dell'appartamento dalla strada)

La signora Behan ha spiegato in dettaglio come l’aggressore abbia poi minacciato di ucciderla prima di fuggire dal balcone dopo l’aggressione (nella foto, vista esterna delle finestre dell’appartamento dalla strada)

La signora Behan è stata violentata in un appartamento a Praia da Rocha, in Portogallo, nel 2004 (nella foto l'esterno dell'edificio)

La signora Behan è stata violentata in un appartamento a Praia da Rocha, in Portogallo, nel 2004 (nella foto l’esterno dell’edificio)

L'aggressore è entrato nella stanza della signora Behan mentre dormiva e le ha puntato un coltello alla gola prima di compiere l'aggressione (nella foto, vista interna del condominio)

L’aggressore è entrato nella stanza della signora Behan mentre dormiva e le ha puntato un coltello alla gola prima di compiere l’aggressione (nella foto, vista interna del condominio)

«Così ho scritto alla radio e mi hanno invitato a parlare in onda. All’inizio non volevo proprio farlo, ma poi ho capito che avrei potuto fare per gli altri quello che questa persona aveva fatto per me.

“Prima era la radio, non c’erano piani per niente in TV, ma in base alla radio c’è stato un aumento delle chiamate al centro antiviolenza, quindi sono stato invitato ad andare allo spettacolo notturno così ho accettato, e c’erano tanti i motivi per cui ho voluto farlo, per me, per essere ascoltato.

Brueckner, che attualmente sta scontando una pena detentiva di sette anni per aver violentato una donna anziana in Portogallo nel 2006, ha ascoltato impassibile senza alcuna manifestazione visibile di emozione.

È accusato di aver violentato tre donne e di aver commesso una serie di aggressioni sessuali su bambini in Algarve tra il 2000 e il 2017.

Il processo continua.

#donna #violentata #Christian #Brueckner #dice #alla #corte #che #soffre #ancora #gli #effetti #fisici #della #brutale #aggressione #sessuale #ANNI #dopo #poiché #costretta #negare #aver #fatto #lamore #con #suo #ragazzo #subito #dopo #laggressione #durante #uno #spietato #controinterrogatorio



Leggi di più su daily mail

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

DAZN, aumenti al piano Plus per i nuovi clienti. Prezzi più alti con Google e Apple Pay – MondoMobileWeb.it | News | Telefonia

Per la Rivierabanca è già futuro, la decisione sul tecnico è ufficiale