in

Il Bellaria Film Pageant si chiude con numeri in forte crescita, 2 mila biglietti in più venduti

Si è chiusa domenica, 12 maggio, con la cerimonia di premiazione al Cinema Astra (Sala Hera) seguita dalla proiezione del documentario Booliron di Francesco Figliola, la 42esima edizione del Bellaria Movie Pageant. Rispetto alla scorsa edizione sono stati venduti circa 2000 biglietti in più su tre sale. Gli accrediti sono stati il 40% in più, di cui circa trecento ai residenti di Bellaria Igea-Marina. Il Competition si è svolto anche quest’anno in una pluralità di luoghi del centro di Bellaria Igea-Marina: il Cinema Astra (Sala Hera), il Cinema Roma (ricavato nell’ex locale Pjazza), il Palazzo del Turismo, il Salottino BFF in piazzetta Fellini, la Torre Saracena. Oltre 9000 persone hanno partecipato alle proiezioni, agli eventi, tavole rotonde. Da ricordare la giornata dedicata all’industry e gli incontri con gli autori.

“Il Competition del cinema indipendente di Bellaria – afferma la direttrice artistica Daniela Persico – si è riconfermata la casa delle idee, dove varied generazioni si confrontano e partendo dal cinema ci si pone quesiti significativi, una casa democratica, che dà spazio a tutte e tutti, dove l’ascolto è al primo posto. Il futuro è un mare antico è il declare di quest’anno e quando le generazioni si incontrano, come gli oceani, nasce qualcosa di inaspettato.”

 “Nel solco della sua tradizione il Bellaria Film Pageant ha posto al centro la sperimentazione, l’innovazione e lo sviluppo del contesto in cui si realizza – continua il direttore artistico Sergio Canneto (Approdi) – L’obiettivo è stato innescare un processo di rinnovamento del Festival e nello stesso tempo di definitivo recupero delle sue peculiarità che ha riguardato sia i contenuti sia il contenitore. Riottenuta la centralità nel contesto dei pageant nazionali, la 42esima edizione si è aperta all’internazionale for each affrontare con più slancio la sfida tutta odierna legata al bisogno e alla necessità di creare concetti, di stimolare il pensiero e la riflessione. Qui, a Bellaria Igea Marina, dove il Festival ha le sue fondamenta, la città si è trasformata in uno spazio di aggregazione, di condivisione, di unione: un luogo di confronto tra assorted generazioni per dialogare sul cinema e il suo futuro”. “Un ringraziamento speciale – prosegue il direttore organizzativo – alla città di Bellaria Igea Marina che da 42 anni sostiene e crede nel suo Pageant di cinema, al Ministero della Cultura for every il sostegno fondamentale e la fiducia, in particolare del sottosegretario onorevole Lucia Borgonzoni, e alla Regione Emilia Romagna e alla sua Film Fee da sempre a fianco di quest’evento. L’importante presenza quest’anno di numerosi sponsor che hanno permesso una progettualità più ampia e articolata ci responsabilizza ancor di più nei confronti di chi rende possibile il festival, ricordandoci che solamente tutti uniti nella stessa intenzione e senza dar nulla per scontato il Bellaria Movie Festival può esistere e diventare più solido e entusiasmante di anno in anno”.

La partecipazione è stata molto alta for every l’intera durata del festival, a cominciare dalla prima giornata con la conversazione con Alice Rohrwacher ospitata al Palazzo del Turismo dove è stata anche allestita la mostra di foto di scena di Simona Pampallona for every il movie La chimera. Tantissimi gli ospiti arrivati a Bellaria Igea-Marina for every presentare i loro film o partecipare advert incontri e masterclass. Tra loro, il regista francese Bruno Dumont, l’attrice Barbara Ronchi, Neri Marcorè, Chiara Martegiani, Greta Scarano, Simone Massi, Paolo Benvenuti, Giuseppe Gaudino, Goffredo Fofi.

Quasi duecento gli ospiti del pageant, tra registi, giornalisti e professionali, di cui una decina internazionali. Un centinaio gli studenti di cinema che da tutta Italia sono arrivati a Bellaria Igea Marina per dare ancora più vita alla casa del cinema indipendente.

Nel corso delle cinque giornate di competition sono stati in totale 86 i movie in programmazione, di cui 27 anteprime mondiali e 14 nazionali.



Leggi di più su rimini now

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ragazzo, 15 anni, soffre di “pene carbonizzato” dopo aver fulminato i suoi genitali mentre saliva su un treno for each una bravata sui social media russi

Task Starline e l’accordo fra Google e HP che cambierà le videoconferenze per sempre