in

Huawei sfida di nuovo Apple, i nuovi smartwatch e notebook spingono sul style and design

Huawei ha lanciato a Dubai nuovi prodotti destinati ad arrivare sul mercato europeo. Non è la prima volta che l’azienda di Shenzen sceglie la città degli Emirati Arabi Uniti for every una sua presentazione.

A dicembre scorso, for every esempio, Huawei aveva mostrato proprio all’ombra del Burj Khalifa, uno dei grattacieli più alti al mondo, i suoi originali auricolari Free Clips.

Questa volta il colosso tech cinese torna a Dubai sulle ali di un entusiasmo ritrovato. Nonostante i persistenti contrasti con il governo United states, Huawei è riuscita a imporsi recentemente occur maggiore produttore di smartphone in Cina, superando Apple for each numero di dispositivi spediti.
Ma a Dubai l’azienda di Shenzen non ha svelato smartphone.

La scena se la sono presa infatti gli smartwatch e i notebook prodotti dall’azienda asiatica. Con l’aggiunta del tablet Huawei MatePad 11.5 e delle cuffie in-ear con cancellazione del rumore FreeBuds 6i.

Per quanto riguarda gli smartwatch, a Dubai è stata lanciata una novità assoluta, il Huwaei Enjoy In shape 3. Oltre questo dispositivo, è stata annunciata una nuova edizione di un orologio che l’azienda asiatica ha presentato qualche mese fa, vale a dire il Huawei Look at 4 Pro, e una nuova colorazione del Huawei Look at GT 4 di cui l’azienda cinese ha spedito nel mondo 5 milioni di pezzi (dati Huawei annunciati a Dubai).

In rappresentanza dei notebook Huawei, che solitamente brillano for each il rapporto qualità-prezzo, c’era invece il nuovo MateBook X Pro, un computer system molto leggero e molto sottile che si presenta come un’alternativa al MacBook Air di Apple.

I nuovi smartwatch

Il nuovo Huawei Enjoy Match 3 è un orologio smart pensato principalmente for each monitorare la salute e l’attività fisica. Nasce, dunque, con propositi leggermente diversi dal Enjoy 4 Professional, che pur monitorando il sonno e i battiti cardiaci, for every esempio, è un dispositivo che intende sostituire gli orologi tradizionali. E che per questo motivo si sfoggia al polso.

Intendiamoci: il Watch Suit 3 permette, appear il Observe 4 Pro, di ricevere al polso le notifiche di numerose app, e anche di rispondere velocemente a un messaggio o a una telefonata direttamente dal suo quadrante. Ma le dimensioni del quadrante e il suo stile informal lo posizionano in una fascia di prodotti più vicina agli amanti del fitness.

Quello che colpisce del View Healthy 3, appear spesso accade con i dispositivi Huawei, è il structure curato e la scelta di materiali che restituiscono un ottimo emotion al tocco. Si intuisce subito, insomma, che si ha tra le mani un prodotto di qualità.

La cassa del Enjoy Fit 3 è quadrata e i bordi sono arrotondati. Lo schermo da 1,82 pollici AMOLED 2.5D non è molto ampio e forse c’era margine per recuperare qualche millimetro in più sui bordi, visto che Huawei dichiara un rapporto schermo-corpo del 77,4%. La luminosità del display screen – max 1500 nit – ci è sembrata molto buona e più che sufficiente per un uso out of doors dello smartwatch, anche con luce intensa.

La somiglianza con l’Apple Observe è evidente e non saremo certo i primi a notarlo e a scriverlo. In passato Huawei si è ispirata all’azienda di Cupertino for every altri dispositivi – i suoi notebook MateBook, molto vicini all’aspetto dei MacBook – e questa scelta si è rivelata vincente. Soprattutto se i prodotti che vengono dalla Cina riescono a garantire materiali e prestazioni convincenti a un prezzo abbordabile.

Il Watch Fit 3 costa sensibilmente meno di un Apple Enjoy SE, per esempio – il prezzo di listino del dispositivo Huawei è di 159 euro per la versione con cinturino in fluoroelastometro – ma la sensazione è quella di avere comunque tra le mani un orologio premium.

La cassa in alluminio stondata, di un grigio scuro satinato è elegante e sembra sufficientemente robusta. Anche i cinturini che abbiamo avuto modo di osservare sono ben fatti e curati nei minimi dettagli. Ci riferiamo, for each esempio, all’alluminio destinato alla chiusura del cinturino, che riprende materiali e colori della cassa dell’orologio.

A proposito di cinturini: quelli del Huwaei Observe Match 3 sono intercambiabili – si staccano facendo una leggera pressione sotto il quadrante – e sono disponibili anche in tessuto traspirante jacquard o in vera pelle.

Uno dei punti di forza del nuovo Healthy 3, a nostro avviso, è il suo peso: solo 26 grammi. Si tratta di un orologio davvero esile. Lo spessore di appena 9,9 millimetri, inoltre, contribuisce a un senso di leggerezza che permette a chi lo indossa di tollerarlo anche di notte. Non è comodo appear uno good ring, ovviamente, ma il Fit 3 rappresenta una soluzione accettabile per chi intende monitorare il proprio sonno. A questo proposito Huawei ha sviluppato la tecnologia TrueSleep 4. che punta a misurare la respirazione e, più in generale, la qualità del riposo notturno.

Arrive il Look at 4 Pro, il nuovo Huawei Healthy 3 promette di misurare la frequenza cardiaca di chi lo indossa. Tuttavia va sempre tenuto conto che questa funzione non sostituisce un dispositivo medico professionale. E che quindi i battiti al minuto rilevati – e le utili notifiche che avvisano quando viene rilevato un valore fuori dalla norma – vanno consultati con estrema cautela.

Anche il nuovo View Fit 3, come tutti i wearable prodotti ultimamente da Huawei, è compatibile con i sistemi operativi iOS e Android. For each associare l’orologio al proprio smartphone è necessario scaricare la app Huawei Wellbeing, che funge da hub dei dati raccolti dallo smartwatch e consente di gestire da remoto diverse impostazioni del Enjoy Suit 3.

La application Huawei Wellbeing inoltre offre 660 corsi di allenamento supervisionati dalla influencer del exercise Pamela Reif. A questa si aggiunge la app Stay Suit, pensata for every agire soprattutto sullo smartphone, che sfrutta un database sempre aggiornato delle calorie alimentari in oltre cinquanta paesi del mondo. L’intento è quello di suggerire un’alimentazione sana a chi indossa lo smartwatch. Ma anche in questo caso l’orologio non può sostituire un vero nutrizionista.

Ultimo aspetto che vale la pena sottolineare, del nuovo Observe Suit 3, è la sua autonomia che può arrivare – se usato regolarmente – a sette giorni di utilizzo con una sola ricarica. Nella confezione dell’orologio c’è solo il cavo che permette di collegarlo a un caricabatterie. Collegare il cavo per la ricarica al In shape 3 non è comodissimo, o meglio spesso l’unione non riesce al primo tentativo poiché c’è un solo “verso” in cui l’orologio può aderire al magnete.

A Dubai, oltre al View Fit 3, Huawei ha anche presentato una nuova versione dell’orologio Look at Professional 4, una Room Edition che intende conquistare gli appassionati di esplorazioni spaziali. Per questo dispositivo l’azienda asiatica si è ispirata – tra le altre cose – all’Ugello de Laval utilizzato in razzi e navicelle spaziali, che ha portato al design and style finale della lunetta in ceramica nanocristallina dell’orologio.

Il Observe 4 Professional è realizzato in titanio. Alla cassa dell’orologio e al cinturino è stato applicato un rivestimento di carbonio che Huawei considera “simile al diamante” e che, afferma l’azienda di Shenzen, “in passato è stato utilizzato solo in orologi tradizionali di alta gamma”.

Il vetro dell’orologio è realizzato con un materiale altrettanto durevole: zaffiro sferico. Il Observe 4 Professional Area Version inoltre promette di resistere anche a immersioni fino a 30 metri di profondità (5 ATM per il nuoto). L’orologio inoltre è fornito di certificazione IP68 ed è conforme agli normal ingegneristici per attrezzature da immersione EN 13319.

Negli Emirati Arabi ha visto la luce anche un piccolo aggiornamento di un altro orologio Huawei, il View GT, che è stato presentato in una nuova colorazione primaverile, un “green” molto chiaro che contraddistingue sia elementi della cassa sia i cinturini dei modelli da 41mm for every uomo e donna.
Rispetto al Suit 3, gli orologi Huawei dal layout più tradizionale salgono decisamente di prezzo: il Look at GT 41mm Eco-friendly costa 250 euro, mentre il Enjoy 4 Pro Place Version arriva a costare 650 euro. 

I nuovi notebook

A Dubai quello che a nostro avviso resta il piatto forte di Huawei, vale a dire i suoi notebook, sono arrivati al termine dell’evento. Il motivo non riguarda l’importanza del prodotto, evidentemente, ma la disponibilità del laptop sul mercato europeo.

Mentre il Huawei Watch Match 3 è disponibile immediatamente for every l’acquisto, per il MateBook X Professional – ridisegnato rispetto al modello del 2023 – bisognerà attendere ancora un po’: l’uscita è prevista a giugno prossimo con un prezzo base di 1.999 euro for every la versione con processore Intel Core Extremely 7. Il costo sale a 2.499 euro se si sceglie il processore Intel Main Extremely 9, decisamente più potente.

Sulle effectiveness di questo computer non possiamo sbilanciarci, in quanto non abbiamo ancora avuto la possibilità di testarne uno. Sul structure, invece, possiamo già esprimerci. Il MateBook X Professional è spesso 11,3 millimetri. Ed è così sottile che, una volta aperto, la sua tastiera sembra poggiare su un foglio. La sensazione, infatti, è che non abbia spessore: bisogna alzare il computer for each individuare, finalmente, la curvatura della scocca, anche questa di pochissimi millimetri.

Colpisce anche il touchpad generoso, che parte da poco sotto la tastiera e arriva fino al bordo inferiore. Ma il bordo, in effetti, non c’è. E così il touchpad ha ancora più spazio, sembra una infinity pool per le dita.

Tutto questo, abbinato a un peso di appena 980 grammi, rende il nuovo notebook un compagno di viaggio leggerissimo. Huawei lo sottolinea con un paragone che chiama in causa l’elefante nella stanza: “Il MateBook X Pro è più leggero dell’aria”, afferma sorridendo un manager dell’azienda cinese, mostrando una slide in cui il nuovo notebook viene messo a confronto con il MacBook Air 13 che pesa 1,24 Kg.

Ultima nota sull’aspetto: il MateBook X Pro presenta – oltre alla classica scocca nera – due nuove colorazioni: un blu chiamato curiosamente “Morandi” e un bianco opaco molto bello. Il nome dell’azienda, appear sempre, è inciso sulla parte superiore della scocca del notebook.

A Dubai è stato presentato anche il nuovo notebook Huawei MateBook 14 (15 millimetri di spessore for each 1,4 kg  di peso) che per caratteristiche e fascia di prezzo (1.099 euro), sembra essere destinata a utenti che hanno bisogno di una macchina per studiare e lavorare. In questo caso la sorpresa è la colorazione verde.

Il nuovo tablet

Per i “giovani studenti, gli universitari e i creativi”, Huawei ha lanciato a Dubai anche un nuovo pill, chiamato Huawei MatePad 11.5”S, che sarà disponibile a inizio giugno. Anche questo dispositivo spicca for each l’estrema portabilità: pesa 510 grammi ed è spesso soltanto 6,2 millimetri.
 



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Reti elettriche obsolete, i sindaci della Valmarecchia al viceministro: “Urge una riqualificazione”

L’ultima mossa del governo contro le ong, un’ordinanza dell’Enac for every bloccare navi e aerei. Sea Check out: “Non ci fermeremo”