in

Milena è tornata ma resta il giallo: “Mi hanno rapito e poi hanno tentato di affogarmi”

Milena Santirocco è viva, sta bene, ma il mistero sulla sua scomparsa rimane. “Sono stata rapita, hanno tentato di uccidermi affogandomi”, avrebbe detto la 54enne insegnante di health and fitness di Lanciano scomparsa domenica scorsa dalla lecceta di Torino di Sangro e ricomparsa ieri sera in un bar di Castel Volturno, la caffetteria Nacca, chiedendo aiuto e di poter telefonare ai figli. A quel punto, dopo che l’hanno riconosciuta, dal locale hanno chiamato la polizia da cui la donna è stata poi presa in carico.

Il primo racconto della donna

Milena period completamente bagnata, appiccicati agli abiti foglie e rami, ferite evidenti ai polsi, occur se fosse stata legata. “Mi hanno rapito owing uomini incappucciati che mi hanno caricata su un’auto e portata non so dove, poi hanno provato advertisement affogarmi in uno stagno. Mi sono salvata fingendomi morta, quando se ne sono andati sono scappata”, il suo confuso racconto che gli investigatori stanno ricostruendo. La zona dove sarebbe avvenuto il tentativo di omicidio è quella della’Oasi di Variconi, retrostante alla spiaggia di Castel Volturono in provincia di Caserta.

Stamattina con un’auto della polizia è stata riportata a Lanciano ma direttamente al commissariato dove è stata interrogata per sette ore for each ricostruire i fatti. Advertisement ascoltarla polizia e pm, for each capire che cosa è accaduto, il perché della sua sparizione for each sei giorni. La Procura, con la pm Silvia Di Nunzio, aveva già aperto un fascicolo for each sequestro di persona.

La Procura indaga for every sequestro di persona

E lo conferma il legale della famiglia, Antonio Cozza. “Milena non si è allontanata volontariamente da casa e dai suoi cari. La Procura della Repubblica di Vasto ha aperto un procedimento penale a carico di ignoti for every sequestro di persona, in queste ore sta cercando di fare chiarezza su quanto accaduto a Milena in questi giorni. I familiari di Milena ringraziano le forze dell’ordine, tutte le persone, i media che si sono impegnati nelle ricerche di Milena. In queste ultime ore stanno circolando notizie su quanto potrebbe essere accaduto a Milena, che fino advertisement ora non hanno trovato conferma. I familiari aspettano con ansia il ritorno a casa di Milena e solo dopo aver parlato con lei potranno effettivamente avere contezza e fugare ogni dubbio su quanto realmente successo”.



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Simone Bianco, l’uomo che riprogamma le cellule per fermare l’invecchiamento

Brasile, per le alluvioni 66 morti, 101 dispersi e 80 mila sfollati. Il governatore di Rio Grande: “Serve un Piano Marshall”