in

I tassisti di Tenerife litigano di fronte ai turisti britannici scioccati… mentre l’isola cerca di allontanarsi dai vacanzieri britannici di “bassa classe”!


Questo è il momento sorprendente in cui owing tassisti di Tenerife sono rimasti coinvolti in una rissa a Verónicas davanti agli occhi scioccati dei turisti britannici, mentre l’isola cerca di allontanarsi dall’attrarre turisti britannici di “bassa classe”.

Il movie mostrava lo scontro avvenuto lunedì sera in uno dei parcheggi dei taxi in Avenida Rafael Puig Llivina, dove si trovano molti dei locali notturni dell’isola.

Gruppi di turisti e diversi tassisti hanno assistito allo scontro, alcuni dei quali sono intervenuti for every cercare di impedire l’escalation.

Il video è circolato on the web e i commentatori avvertono che tali alterchi potrebbero dissuadere i vacanzieri dal visitare l’arcipelago spagnolo prima della stagione turistica chiave, secondo El Dia.

Ciò avviene mentre gli attivisti delle isole si preparano a organizzare una grande manifestazione sabato sull’impatto percepito dell’overtourism, sollevando preoccupazioni for each la mancanza di alloggi a disposizione dei residenti.

La gente del posto ha anche condiviso la propria frustrazione riguardo al fatto che le isole si rivolgono troppo ai turisti britannici e tedeschi che “vogliono solo bere birra a buon mercato, sdraiarsi al sole e mangiare hamburger e patatine”, chiedendo “turisti di qualità superiore che vogliano davvero sperimentare la nostra cultura e la nostra cultura”. cibo e rispettare la nostra natura’.

Il video mostrava due tassisti in una rissa presso un posteggio di taxi a Veronicas, Tenerife

Gli astanti sono dovuti intervenire per evitare che la rissa sfuggisse di mano, riferiscono i media locali

Gli astanti sono dovuti intervenire for each evitare che la rissa sfuggisse di mano, riferiscono i media locali

Un messaggio scarabocchiato su un dissuasore nel sud di Tenerife

Un messaggio scarabocchiato su un dissuasore nel sud di Tenerife

La mia miseria, il tuo paradiso: gli attivisti sollecitano un'azione contro la crisi immobiliare a Tenerife

La mia miseria, il tuo paradiso: gli attivisti sollecitano un’azione contro la crisi immobiliare a Tenerife

Altri sollevano preoccupazioni sul tipo di turisti accolti.  Guiris è un gergo peggiorativo per i turisti

Altri sollevano preoccupazioni sul tipo di turisti accolti. Guiris è un gergo peggiorativo per i turisti

I residenti di Las Canarias continuano a sollevare preoccupazioni circa l’entità e la natura dei turisti che arrivano ogni anno, evidenziando le difficoltà nel trovare un alloggio poiché i proprietari aumentano i prezzi durante le festività natalizie for every soddisfare la domanda dei visitatori.

Una grande manifestazione è prevista ora ad Arrecife, Lanzarote, for each domani, 20 aprile, con volantini che affermano che i manifestanti marceranno for every “la conservazione degli spazi naturali, una moratoria turistica e una regolamentazione più severa for every gli stranieri che acquistano proprietà”.

I residenti hanno anche chiesto turisti di “qualità superiore”, sfogando la frustrazione che il turismo dal nord Europa ha pervertito il modo in cui il governo investe, con le isole che si rivolgono sempre più ai vacanzieri a spese della gente del posto.

La pittrice locale Vicky Colomer, 63 anni, ha detto a MailOnline: ‘Mi sento arrive una straniera qui, non mi sento più a mio agio.

‘È arrive se tutto fosse fatto per i turisti britannici e tedeschi che vogliono solo bere birra a buon mercato, sdraiarsi al sole e mangiare hamburger e patatine.

‘Abbiamo bisogno di turisti di qualità superiore che vogliano realmente sperimentare la nostra cultura e il nostro cibo e rispettare la nostra natura.

‘Questo period un paradiso ma ora non lo è più e questo mi fa arrabbiare. Dobbiamo ridurre il numero di voli e di visitatori e concentrarci sull’arrivo di persone di qualità superiore.’

Manifesti e graffiti hanno iniziato a comparire in tutte le isole, con la gente del posto frustrata che dice ai turisti di “tornare a casa”.

Su un poster si leggeva: “La gente del posto è costretta a trasferirsi e tu ne sei responsabile”.

Un altro mostrava l’immagine di una fila di appartamenti, con la didascalia: “Potrebbe essere casa mia ma è il tuo Airbnb”. Nomadi digitali: qui non siete i benvenuti.’

Da allora, i turisti hanno reagito. I graffiti scarabocchiati su un muro in inglese recitano: “We spend your”. [wages].’

I funzionari hanno preso le distanze dalle denunce nel timore che il crescente risentimento nei confronti dei vacanzieri possa scoraggiare i visitatori internazionali.

Parlando al The Telegraph, il ministro del turismo Jessica de León ha insistito sul fatto che, nonostante le notizie di cancellazioni di prenotazioni e i timori di interruzioni delle vacanze, “è ancora sicuro visitare le Isole Canarie e siamo lieti di darvi il benvenuto”.

Pur affermando di comprendere le lamentele sugli alloggi, ha sottolineato che è “ingiusto” incolpare i turisti.

“Il problema è che negli ultimi cinque anni sulle isole sono condition costruite in media 3.000 scenario, quando la domanda è di 20.000”, ha detto.

“L’anno scorso sono state costruite solo 200 unità abitative pubbliche.”

Il Presidente delle Isole Canarie ha anche lanciato un appello al “buon senso” da parte di coloro che protestano contro il turismo e ha ammesso di essere preoccupato for each il crescente movimento antituristico e il suo potenziale impatto sulle entrate della regione.

Quasi venti associazioni hanno indetto una protesta il 20 aprile a Gran Canaria contro il sovraffollamento dell'isola, nello stesso giorno di quello di Tenerife.  È organizzato con lo stesso motto

Quasi venti associazioni hanno indetto una protesta il 20 aprile a Gran Canaria contro il sovraffollamento dell’isola, nello stesso giorno di quello di Tenerife. È organizzato con lo stesso motto “Le Isole Canarie hanno un limite” (sul cartello si legge: Canarias non in vendita)

I graffiti nel sud di Tenerife evidenziano il basso salario mensile dei lavoratori nella famosa zona turistica delle Isole Canarie

I graffiti nel sud di Tenerife evidenziano il basso salario mensile dei lavoratori nella famosa zona turistica delle Isole Canarie

Un messaggio anti-turistico è scarabocchiato sul lato di un dissuasore dell’isola

Un messaggio anti-turistico è scarabocchiato sul lato di un dissuasore dell’isola

Fernando Clavijo ha detto: ‘Siamo preoccupati perché il turismo è la nostra principale fonte di reddito e penso che chi viene qui per divertirsi, per trascorrere qualche giorno e for every lasciare i propri soldi alle Isole Canarie, non dovrebbe essere rimproverato o subire insulti.

“Possiamo parlare e analizzare le cose for each cercare di migliorarle, ma quello che non possiamo fare è attaccare la nostra principale fonte di reddito e ricchezza perché sarebbe del tutto irresponsabile: ciò di cui abbiamo bisogno qui è buon senso e tranquillità.

“Non dovrebbero mai verificarsi attacchi contro un’attività economica che mette il cibo nel piatto della maggior parte delle persone che vivono nelle Isole Canarie.”

Le Isole Canarie dipendono in gran parte dal turismo e accolgono circa 12,3 milioni di visitatori ogni anno.

Il contributo diretto e indiretto del turismo all’arcipelago si aggira intorno al 35%.

#tassisti #Tenerife #litigano #fronte #turisti #britannici #scioccati.. #mentre #lisola #cerca #allontanarsi #dai #vacanzieri #britannici #bassa #classe



Leggi di più su everyday mail

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

NOW Additional Cam: arrive accedere ai canali aggiuntivi in streaming per le gare di System 1 – MondoMobileWeb.it | Information | Telefonia

“4,5 milioni di italiani hanno dovuto rinunciare alle visite mediche, la sanità sia tema centrale in Regione” :: Segnalazione a Rimini