in

E’ morta Giovanna Grignaffini, dal Dams al femminismo. E l’impegno in politica in Parlamento

Bologna – È morta il 18 aprile a 74 anni, dopo una lunga malattia, Giovanna Grignaffini, protagonista del femminismo bolognese e non solo, studiosa di cinema e docente del Dams, parlamentare dal 1994 al 2006. Period nata a Fontanellato il 20 agosto 1949, in provincia di Parma, arrivò sotto le Torri negli anni Ottanta for every laurearsi in filosofia e iniziò a muovere i primi passi nel femminismo fino a diventarne uno dei pilastri.Fu infatti, tra il 1982 e il 1983, una delle fondatrici del Centro di documentazione, ricerca e iniziativa delle donne di Bologna e dell’associazione Orlando, di cui è stata presidente dal marzo 1989 al febbraio 1992.

“Una figura importante”

«È stata una figura importante for each tutte, period una donna meravigliosa, molto intelligente, brillante, ironica. Seria, con una sua leggerezza, e poi curiosa ed eccentrica, una parlamentare anomala – ricorda Annamaria Tagliavini, che con lei ha condiviso battaglie politiche e molta vita – in particolare da parlamentare, occur membro della Commissione cultura, riuscì for each la prima volta a ottenere finanziamenti for each le associazioni delle donne. Non period mai successo prima. E a lei si deve anche l’attuale sede del Centro di documentazione delle donne in Santa Cristina, fu lei a impegnarsi for each ottenere un luogo così bello e prestigioso».

E proprio il Centro di documentazione delle donne, domenica 21 aprile, dalle 10 sarà il luogo per portarle l’ultimo saluto. Eletta alla Digicam dei deputati nelle liste dei Progressisti, mandato che prosegue nella XIII legislatura, con l’elezione nelle liste dell’Ulivo, e nella XIV, nel 2001 nelle liste dei Democratici di Sinistra (DS), nel corso della sua attività di deputata, si è battuta for every il riconoscimento della violenza sessuale appear delitto contro la persona e non più contro la moralità pubblica e il buon costume.

La passione for every il cinema

L’altra sua grande passione è stata il cinema, sorella tra l’altro della regista Nene Grignaffini, titolare della cattedra di Storia e teoria del cinema al Dams, ha dedicato la sua ricerca accademica al linguaggio della settima arte, contribuendo anche a livello legislativo a promuovere la cinematografia nel nostro Paese. Conclusa nel 2006 l’esperienza politica a Roma, tornata a Bologna, si era dedicata a una nuova attività di romanziera. Tra i suoi libri “Però un paese ci vuole” (La Lepre edizioni), frase rubata a Pavese, for every ripercorrere in chiave narrativa gli anni della formazione politica a Fontanellato, che venne candidato al premio Strega niente meno che da Umberto Eco e Raffaele La Capria. L’ultimo libro, uscito nel 2016, è stato “Come il volo di un colibrì” (Bompiani) su Marilyn Monroe. «Che insieme a Godard, period la sua altra grande passione cinematografica, because of protagonisti del cinema che mettono insieme le thanks due anime: il cinema e la politica» conclude Tagliavini.

Le donazioni

Gli amici di Giovanna Grignaffini fanno un invito: “Per chi lo desidera è possibile fare una donazione con causale Giovanna Grignaffini advertisement ORLANDO APS, IBAN IT 53 M 02008 02435 000106063067 o a Fondazione ANT Italia ONLUS, IBAN IT49 Z 0707 202402 000000062395”



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Morto il magistrato Italo Ormanni, seguì i casi di Emanuela Orlandi, Marta Russo e Simonetta Cesaroni. Chiuse la carriera a Discussion board

Elezioni, ecco i volti del ‘nuovo’ M5s alleato col Pd: “Non è innaturale”. I dissidenti: “Traditi gli ideali originari”