in

Pescara, arrestato imprenditore for every bancarotta

Finisce in manette un imprenditore del pescarese, molto noto nel settore del confezionamento di marmellate, con società e brand conosciuti a livello nazionale ed internazionale, sommersi da un vorticoso giro di carte untrue, con un crac a sei zeri. L’accusa è di bancarotta fraudolenta e reati fiscali, per cui sono scattati i sigilli advertisement un complesso di beni, tra cui conti correnti, macchinari, attrezzature e estimate societarie, for every un valore complessivo di oltre 5,5 milioni di euro.

La falsa cessione

Le operazioni sono iniziate alle key luci dell’alba. Nel corso delle indagini, condotte dal nucleo di polizia economico-finanziaria del provinciale di Pescara, su coordinamento della competente procura, è stata analizzata un’enorme mole di documentazione amministrativo-contabile acquisita a seguito di numerosi controlli incrociati. Secondo gli investigatori, l’amministratore di fatto avrebbe svuotato le società indebitate ed in liquidazione giudiziale dei beni aziendali, simulandone la cessione, con falsi contratti, advertisement una catena di spouse produttivi, con sede nel chietino, nel molisano e a Napoli, riconducibili allo stesso amministratore.

La società “pulita” del fratello

I trasferimenti di denaro che sarebbero avvenuti più e più volte nel tempo avrebbero consentito, tra l’altro, anche la prosecuzione dell’attività produttiva di una società pulita, non gravata da pendenze tributarie e amministrata formalmente dal fratello dell’imprenditore, finito anche lui tra gli indagati.



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

A che punto è l’intelligenza artificiale generativa di Apple?

Nel villaggio di Cuba dove i cinesi spiano gli americani