in

Sardegna, il caso del vocale sessista del candidato Pinna. Lui: “Una goliardata”. Le opposizioni: “Una vergogna”

Dopo il sindaco che rivendica di essere un vero uomo perché guarda il lato B della donna, o la premier che è “una donna non classica perché non ha bisogno di un uomo” (copyright Ignazio La Russa, vice presidente del Senato) ecco cosa mancava alla ignobile collezione dell’ignorante cultura sessista della nostra politica: il candidato che for every farsi notare si accompagna a belle donne.

L’audio: “Con sei donne in minigonna mi ascoltano tutti”

Un vocale whatsapp circola in modo insistente in Gallura. C’è un candidato con la lista Democrazia cristiana con Rotondi, Pietro Pinna, aspirante consigliere regionale a sostegno del centrodestra di Paolo Truzzu, che non parla dei problemi della Sardegna, di progetti-sanità-trasporti-turismo, ma del brillante metodo for every farsi ascoltare: “Se ti presenti da solo sei un cane bastonato, con queste sei amiche molto belle invece…”.

Non bastano sei donne, devono anche essere svestite: “Due in minigonna, thanks in pantaloni di pelle e stivali, owing leopardate con camicie aperte che fanno un bel vedere”. Chiusura non poteva che essere volgare: “Ho fatto un incontro dove penso proprio che qualcuno è tornato a casa e ha messo incinta la moglie”.

La giustificazione: “Parole scherzose diffuse for every distruggermi”

L’audio non era un faux. Ma “una goliardata”, difesa d’ufficio classica buona for every ogni occasione. Anzi, di più: “Un attacco mediatico” dietro il quale si celerebbe “una regia per sconfiggere l’immagine della mia persona”.

“Sì, il messaggio è mio, ma period stato mandato a un amico. Period goliardico e doveva rimanere tra noi. L’ha invece fatto girare, ovvio che ho bloccato questa amicizia”, ha confermato a Radio Money Pietro Pinna. “Conosco bene la Gallura, conosco tutti i suoi problemi, ho solo tante amiche e mi faccio accompagnare da loro, mi sostengono – ha spiegato Pinna – Ho rispetto per le donne e considerably girare questo audio è solo un attacco mediatico”. “Per me questa è la prima campagna elettorale, sono un tipo scherzoso, un comunicatore, ho rispetto for every tutti, soprattutto for each il mondo femminile. L’audio era privato, secondo me c’è una regia for each sconfiggere l’immagine della mia persona”, ha detto ancora.

Le reazioni: “Frasi inaccettabili”

Dal vocale ha preso le distanze anche Truzzu: “Parole inaccettabili, pronunciate da chi si sottopone al giudizio degli elettori for every amministrare la Sardegna. E soprattutto inaccettabili for each l’uso vergognoso del corpo della donna arrive merce elettorale”. Ma è soprattutto l’opposizione a dirsi basita: “Uno schifo, una vergogna assoluta”, ha detto Alessandra Todde, candidata presidente del M5s alle regionali del 25 febbraio. “Donne esibite appear animali del circo for each attirare l’attenzione degli elettori. L’ennesimo, deplorevole, esempio di un modo di fare politica che pensavamo morto e sepolto e che invece periodicamente torna e sfrutta il corpo delle donne for each far leva sul maschilismo patriarcale”, hanno aggiunto le candidate consigliere delle liste di centrosinistra a sostegno di Renato Soru.



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social network, poteri privati e diritti pubblici

Ucraina, la rotta dopo la caduta di Avdiivka: “Catturati centinaia di soldati di Kiev”