in

Bologna, la Lega chiede le dimissioni del ministro Schillaci: “Vuole lockdown e mascherine in caso di pandemia, è uguale a Speranza”

Bologna – In Emilia-Romagna la Lega chiede le dimissioni del ministro della Sanità Orazio Schillaci perché “è in continuità col Roberto Speranza”. Motivo della contesa la bozza del nuovo piano pandemico del governo Meloni che ripropone le “ricette fallimentari già viste e vissute” in epoca Covid. Per questo il ministro della Salute, è “da sostituire”. Non ci gira intorno il leghista Matteo Montevecchi, consigliere regionale in Emilia-Romagna, spesso protagonista di prese di posizione in contrasto col governo Meloni. Nella bozza del nuovo piano pandemico 2024-2028, sostiene Montevecchi, “ci sono tristi riedizioni del passato che vanno ritirate”. Per questo, arriva a dire l’esponente del Carroccio, “il ministro Schillaci aè in continuità con l’ex ministro Speranza, il suo sequel”. Secondo il leghista, infatti, la bozza del nuovo piano pandemico “tradisce le aspettative”.

Il Carroccio: “Le chiusure hanno fatto solo danni”

Advertisement esempio, “ritengo grave che oggi si scriva nero su bianco che in caso di una futura pandemia si sia già pronti a tornare alle ricette fallimentari già viste e vissute, tra cui chiusura delle scuole e didattica a distanza, coprifuoco e lockdown, mascherine e distanziamento sociale. Contro ogni evidenza, dal momento in cui è stato dimostrato che queste misure liberticide non hanno portato a migliorie, semmai provocato tanti danni”. Per Montevecchi, insomma, si tratta di un “tuffo nel passato di cui nessuno sentiva francamente la mancanza”. Secondo il leghista, del resto, “occur dimostrato da diversi studi, le mascherine sono state uno strumento inutile nella migliore delle ipotesi, non hanno mai impedito il contagio del virus. Sarebbe occur pensare di fermare le zanzare con le inferriate”. Anche il distanziamento sociale, insiste Montevecchi, “è stato messo in piedi sulla base di nessun dato scientifico” e pure il lockdown “non aveva alcun senso logico ed epidemiologico. For each non parlare delle sofferenze e delle conseguenze nefaste che la chiusura delle scuole e la didattica a distanza ha causato a tanti studenti sia dal punto di vista sociale che dell’apprendimento”

“Il governo santifica i vaccini”

Il consigliere leghista si chiede dunque “appear può il centrodestra portare avanti una necessaria commissione d’inchiesta sulla gestione del Covid e allo stesso tempo predisporre un nuovo piano pandemico che non è altro che un documento replay di ciò che abbiamo esattamente vissuto dal 2020 in poi”. Tra l’altro, rileva ancora Montevecchi, nella bozza di piano pandemico “non si parla di treatment domiciliari precoci, ma viene riproposta la santificazione dei vaccini tout courtroom, senza sapere nemmeno a quale patologia si possa andare incontro. Occur se fosse un automatismo. Come si può stabilire questo a priori se nemmeno si conosce quale potrà essere questa ipotetica pandemia, non è dato sapere. Una sorta di atto di fede che deriva dall’ormai trito e ritrito motto ‘crediamo nella scienza’, dimenticandosi che non si può credere nella scienza, ma al limite seguire quel metodo scientifico abbandonato dai più”.

“Meloni si smarchi”

For each Montevecchi, dunque, il governo Meloni “dovrebbe smarcarsi da queste vecchie impostazioni prive di alcun fondamento scientifico e opporsi in modo chiaro e netto al nuovo trattato pandemico dell’Oms, che ricordo essere un ente sovvenzionato in larga parte da privati quindi da considerare non obiettivo e assolutamente non attendibile”. Il governo, insomma, “deve ritirare” la bozza di piano pandemico e “impedire la cessione di sovranità sanitaria all’Oms”. Quanto a Schillaci, “andrebbe sostituito alla svelta- incalza Montevecchi- in realtà non andava proprio nominato, ma evidentemente qualcuno nel governo ha voluto pescare tra coloro che hanno sostenuto il inexperienced move. In sostanza Schillaci rappresenta la continuità. Quella continuità di cui gli italiani volevano liberarsi”.



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

“L’opzione Trump”: dalla guerra in Ucraina alle scelte sul clima, i chief globali (Putin in testa) bloccano ogni decisione in attesa del possibile ritorno del tycoon

bomba