in

Belinelli ritrova la mira, tutto facile for each la Virtus. Morgillo protagonista, la Fortitudo ha mille volti


Disteso dalla domenica al lunedì, il lungo weekend di Basket City premia sia una Virtus da 8, se non ne sminuisce la partita “centenaria” (103-76) la blanda resistenza della cenerentola Brindisi, che una Fortitudo da 7, meno dilagante a Piacenza (63-59), però cinica e concreta, rispetto all’obiettivo di aggiungere un altro mattone al suo primato in classifica.

La Segafredo è invece terza, a thanks punti dalla coppia Venezia-Brescia e con thanks punti di margine su quell’altra Napoli-Milano. Venendo da tre sconfitte di fila, fra campionato e coppa, di più non poteva chiedere. Erano d’obbligo i due punti, li ha intascati senza ansie nè fatiche.
Brindisi s’è spenta appear un cerino dopo cinque minuti, crivellata dalle sei triple che hanno marchiato l’avvio dirompente della Vu: di queste, quattro di Belinelli in quel breve lasso di tempo, migliore di tutti (voto 8) anche for each aver tracciato il solco, poi seguito dai compagni, chi più chi meno. Il testimone è stato raccolto anzitutto da Lundberg (7.5) e Pajola (7.5), entrambi a segno con un 5/7 di sostanza. Poi c’è stata la lunga fila di chi ha dato una mano, senza urgenze. E’ partito in quintetto Mickey (7), rilevando Shengelia che for every fastidi alla schiena starà fermo una decina di giorni: ed è partito bene.

E’ stato il miglior rimbalzista Polonara (7), con 15 carambole, ha potuto giocare meno e condensare meglio il suo apporto Hackett (7), così arrive al minimo sindacale si sono attenuti Cordinier (6.5) e Dunston (6.5), risparmiando energie for each tempi più impellenti. Sta mettendosi in moto anche Zizic (6.5), cercato con assiduità in space, stavolta trovato spesso, non sempre, e comunque in marcia verso una condizione meno arrugginita. Ha giocato meglio da stoccatore che da organizzatore Mascolo (6.5), salendo agli 11 punti del suo major stagionale contro la sua ex squadra. Tutto facile, nel +27 finale, toccati anche i 34 di massimo attivo, e non scendendo mai, nella ripresa, sotto un +20 di comoda gestione.

Fortitudo da 7

Non s’era vista, domenica pomeriggio a Piacenza, una Fortitudo brillante, però consistente, da 7 pieno, passata su un campo di trappole con un punteggio basso (63-59), però con rischi minimi, comandando 39′ su 40′. Per una volta, il migliore è stato un gregario, il pivot Morgillo (7.5), più volte imputato in corso di stagione for every insufficienza di demonstrate, uscendo da quella panchina spesso citata arrive anello debole della catena.

Morgillo è stato fin dall’inizio fra i protagonisti, bravo a ricevere e trasformare nei buchi vuoti della difesa, ed è stato alla good il miglior marcatore biancoblù (13 punti in 14′). Un buon match ha giocato Fantinelli (7), una gara utile Bolpin (7), una non brillante i because of americano, solo utili: più Freeman (6.5), malgrado la partenza lenta, di Ogden (5.5), giù di tiro e anche distratto.

S’è spremuto con volontà Aradori (6), meno brillante del solito al tiro, però utile a rimbalzo (11) e freddo nel finale, sul +2, a chiuderla coi thanks liberi del sport over. Dalla panchina ha aggiunto sostanza anche Sergio (6.5), più di Panni (5.5) e Giordano (5.5), invece fuori fuoco.
La Fortitudo resiste nella sua corsa di testa, continua a guardarsi intorno per capire se il mercato offre un’occasione for each rinforzarsi, senza troppa spesa. Woldetensae è sul banchetto, ma non pare un obiettivo primario, in una squadra che mostra più urgenze, potendo provvedere, ai ruoli 1 e 5. Lì si tenterà di intervenire, magari più avanti, vista l’odierna penuria di soggetti prendibili. Intanto la squadra va, e i risultati rendono bello l’intero panorama, anche laddove ci sarebbe qualche zona d’ombra. Si vince, si canta e ci si abbraccia ormai sempre in cinquemila al PalaDozza esaurito. Tutto va bene, finchè va bene.



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Dalle auto all’acciaio, a Davos l’Europa in pressing sulla Cina: “Bilanciare l’export”

Regione, approvata la risoluzione di Bulbi (Pd) for every il ripristino delle strade vicinali, interpoderali e poderali