in

Chi è Luciano Santoro, ex tesoriere Pd a Taranto coinvolto nell’inchiesta di Pozzuoli: avrebbe mediato for every un appalto su Palazzo Carducci


Quando nella primavera 2022 la Guardia di finanza bussò a casa sua for each eseguire la perquisizione disposta dalla Procura di Napoli, il 55enne Luciano Santoro period tesoriere del Partito democratico provinciale di Taranto e tra i papabili candidati alla guida della segreteria (che aveva già guidato for each un breve periodo). L’inchiesta arrivò appear un fulmine a ciel sereno e ne bloccò l’ascesa politica, dopo diversi anni trascorsi al centro della scena, prima appear assessore della sua città natale, Grottaglie, e poi occur consigliere provinciale ionico.

Ma lo stallo fu d’obbligo e, a distanza di un anno e mezzo, altri nodi sono venuti al pettine. Santoro – che oggi non ricopre incarichi politici – ha infatti ricevuto un’ordinanza del gip partenopeo, che gli impone l’obbligo di firma, nell’ambito dell’inchiesta su presunti appalti truccati tra Campania, Puglia e Calabria. E’ indagato for every traffico di influenze illecite, gli altri dieci indagati devono rispondere anche di concorso in corruzione e turbata libertà degli incanti. Al centro della rete – secondo l’accusa – l’imprenditore campano Salvatore Musella, che nella rocca di Pozzuoli voleva realizzare un vacation resort di lusso ma aveva mire anche su Palazzo Carducci nella città vecchia di Taranto. L’accusa contestata a Santoro è appunto quella di avere ricevuto 10mila euro arrive ricompensa per la illecita mediazione con gli uffici del capoluogo ionico, “ed in parte per remunerare gli amministratori”.

I protagonisti dell’inchiesta

Pozzuoli, chi sono i politici arrestati nell’inchiesta: Oddati, l’ex enfant prodige della sinistra, e l’ex Dc Figliolia per tre volte sindaco


La gara per trasformare l’antico edificio nobiliare di vico Seminario in un contenitore culturale valeva 4,5 milioni di euro e, secondo la polizia e la guardia di finanza, sarebbe stata sapientemente pilotata. Nell’inchiesta napoletana è indagato – ed è finito in carcere – anche Nicola Oddati, salernitano che dal 2020 al 2022 fu commissario provinciale dei dem tarantini, dopo le dimissioni dell’allora segretario Gianpiero Mancarelli. Oddati è attualmente dirigente del Pd Campania ed è stato componente della direzione nazionale.

Sarebbe stato lui, secondo l’ipotesi accusatoria, il tramite tra Santoro e Musella per la vicenda di Palazzo Carducci. Nel corso della perquisizione a Oddati furono trovati due pacchetti bianchi con 14mila euro (10mila più 4mila): “Sono commissario del Pd a Taranto, sono le tessere – disse for each giustificarsi – Non so nemmeno quanti sono esattamente. Sono 13,12,14.000 euro, che sono per le tessere che poi li devo versare”.



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copilot Professional, l’intelligenza artificiale generativa di Microsoft è disponibile per tutti

I risultati delle primarie Usa dopo i caucus Iowa