in

L’HMS Diamond della Royal Navy abbatte la più grande ondata di attacchi di droni nel Mar Rosso: navi da guerra britanniche, navi e aerei da combattimento statunitensi respingono i missili lanciati dai militanti Houthi sostenuti dall’Iran che prendono di mira le navi mercantili


Navi da guerra britanniche e americane hanno abbattuto un’enorme ondata di missili e droni lanciati dai ribelli Houthi dello Yemen dopo il più grande attacco dei militanti nel Mar Rosso fino advert oggi.

L’HMS Diamond, un cacciatorpediniere Style 45 da 1 miliardo di sterline noto come il gioiello della Royal Navy, ha abbattuto i bersagli con una raffica di missili Sea Viper, che viaggiano tre volte la velocità del suono. Nell’operazione sono stati coinvolti anche aerei da combattimento americani.

Immagini drammatiche hanno mostrato il momento in cui il cacciatorpediniere britannico ha abbattuto l’enorme ondata di missili e droni lanciati dai ribelli sostenuti dall’Iran.

Il segretario alla Difesa Grant Shapps ha definito l’attacco Houthi “il più grande fino advertisement oggi” e ha affermato che il Regno Unito ha preso provvedimenti per “proteggere vite innocenti e l’economia globale”. Ha detto che nessuno dell’equipaggio della HMS Diamond è rimasto ferito.

Gli Houthi sono una milizia sostenuta dall’Iran che da mesi attacca le navi mercantili nel Mar Rosso, costringendo una coalizione di nazioni tra cui Regno Unito e Stati Uniti a schierare navi da guerra for each proteggerle.

I ribelli affermano che i loro attacchi mirano a fermare la guerra di Israele contro Hamas nella Striscia di Gaza. Ma i loro obiettivi sono sempre più casuali, aumentando il rischio di un attacco di ritorsione statunitense allo Yemen.

Gli attacchi stanno interrompendo il commercio marittimo attraverso il canale di Suez – una rotta cruciale che collega l’Europa con l’Asia e il Medio Oriente – causando ritardi e aumenti dei prezzi for every i consumatori.

Il personale a bordo della HMS Diamond abbatte i droni sparati dai ribelli Houthi sostenuti dall’Iran

Il personale a bordo della HMS Diamond abbatte i droni sparati dai ribelli Houthi sostenuti dall'Iran

Il personale a bordo della HMS Diamond abbatte i droni sparati dai ribelli Houthi sostenuti dall’Iran

L'HMS Diamond, un cacciatorpediniere Type 45 da 1 miliardo di sterline noto come il gioiello della Royal Navy, ha abbattuto i bersagli con una raffica di missili Sea Viper, che viaggiano tre volte la velocità del suono

L’HMS Diamond, un cacciatorpediniere Sort 45 da 1 miliardo di sterline noto appear il gioiello della Royal Navy, ha abbattuto i bersagli con una raffica di missili Sea Viper, che viaggiano tre volte la velocità del suono

Il personale a bordo della HMS Diamond abbatte i droni sparati dai ribelli Houthi sostenuti dall'Iran

Il personale a bordo della HMS Diamond abbatte i droni sparati dai ribelli Houthi sostenuti dall’Iran

Il segretario alla Difesa Grant Shapps ha definito l’attacco degli Houthi “il più grande fino ad oggi” e ha affermato che il Regno Unito ha adottato misure per “proteggere vite innocenti e l’economia globale”

Il segretario alla Difesa Grant Shapps ha definito l’attacco degli Houthi “il più grande fino advert oggi” e ha affermato che il Regno Unito ha adottato misure per “proteggere vite innocenti e l’economia globale”

Shapps ha dichiarato: “Durante la notte, la HMS Diamond, insieme alle navi da guerra statunitensi, ha respinto con successo il più grande attacco degli Houthi sostenuti dall’Iran nel Mar Rosso fino advert oggi.

“Spiegando missili e armi Sea Viper, Diamond ha distrutto diversi droni d’attacco diretti verso di lei e navi commerciali nell’area, senza lesioni o danni subiti da Diamond o dal suo equipaggio.

Il Regno Unito, insieme ai suoi alleati, ha già chiarito in precedenza che questi attacchi illegali sono del tutto inaccettabili e che, se continuati, gli Houthi ne subiranno le conseguenze. Adotteremo le azioni necessarie for each proteggere le vite innocenti e l’economia globale”.

Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU voterà più tardi oggi una mozione che chiederebbe di fermare gli attacchi. Secondo la società di intelligence privata Ambrey, l’assalto di oggi è avvenuto al largo delle città portuali yemenite di Hodeida e Mokha.

I capitani mercantili furono esortati a “procedere alla massima velocità” attraverso le acque pericolose.

Il comando centrale dell’esercito americano ha affermato che l'”attacco complesso” lanciato dagli Houthi includeva droni portatori di bombe, missili da crociera antinave e un missile balistico antinave. Nessun danno è stato immediatamente segnalato.

Si dice che 18 droni, due missili da crociera e il missile antinave siano stati abbattuti dagli F-18 della USS Dwight D. Eisenhower, così come dai cacciatorpediniere americani di classe Arleigh Burke, la USS Gravely, la USS Laboon e la USS Mason.

“Questo è il 26esimo attacco degli Houthi alle rotte commerciali del Mar Rosso dal 19 novembre”, ha detto il Comando Centrale. “Non sono stati segnalati feriti o danni.”

Gli Houthi, un gruppo sciita che detiene la capitale dello Yemen dal 2014, non ha riconosciuto formalmente di aver lanciato gli attacchi.

Tuttavia, Al Jazeera ha citato un anonimo funzionario militare Houthi che ha affermato che le loro forze “hanno preso di mira una nave collegata a Israele nel Mar Rosso”, senza fornire ulteriori dettagli.

Gli Houthi affermano che i loro attacchi mirano a porre great alla martellante offensiva aerea e terrestre israeliana contro la Striscia di Gaza nel mezzo della guerra di quel paese contro Hamas.

Ma i collegamenti con le navi prese di mira dagli attacchi ribelli sono diventati sempre più tenui guy mano che gli attacchi continuano.

Gli attacchi hanno preso di mira le navi nel Mar Rosso, che collega il Medio Oriente e l’Asia all’Europa attraverso il Canale di Suez e il suo stretto stretto di Bab el-Mandeb.

Questo stretto è largo solo 18 miglia nel suo punto più stretto, limitando il traffico a because of canali for each le spedizioni in entrata e in uscita, secondo la US Strength Facts Administration. Attraverso di esso passa quasi il 10% di tutto il petrolio scambiato in mare.

Si stima che ogni anno attraverso lo stretto transitino merci per un valore di mille miliardi di dollari.

L'esercito americano ha detto che 18 droni, due missili da crociera e il missile antinave sono stati abbattuti dagli F-18 della USS Dwight D. Eisenhower (immagine d'archivio), così come dai cacciatorpediniere americani di classe Arleigh Burke della USS Gravely, la USS Laboon e la USS Mason

L’esercito americano ha detto che 18 droni, owing missili da crociera e il missile antinave sono stati abbattuti dagli F-18 della USS Dwight D. Eisenhower (immagine d’archivio), così come dai cacciatorpediniere americani di classe Arleigh Burke della USS Gravely, la USS Laboon e la USS Mason

Immagine d'archivio dei ribelli Houthi che salgono a bordo di una nave durante il loro assalto alle rotte commerciali cruciali del mondo

Immagine d’archivio dei ribelli Houthi che salgono a bordo di una nave durante il loro assalto alle rotte commerciali cruciali del mondo

Un progetto di risoluzione degli Stati Uniti davanti al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ottenuto ieri sera, afferma che gli attacchi Houthi stanno ostacolando il commercio globale “e minano i diritti e le libertà di navigazione, nonché la pace e la sicurezza regionale”.

La risoluzione richiederebbe il rilascio immediato della prima nave attaccata dagli Houthi, la Galaxy Chief, una nave mercantile gestita dai giapponesi con legami con una compagnia israeliana sequestrata a novembre insieme al suo equipaggio.

Una prima bozza della risoluzione avrebbe riconosciuto “il diritto degli Stati membri, in conformità con il diritto internazionale, di adottare misure adeguate for each difendere le proprie navi mercantili e militari”.

La bozza finale è più debole ed elimina qualsiasi riconoscimento da parte dell’ONU del diritto di un paese a difendere le proprie navi.

Affermarebbe invece che i diritti e le libertà di navigazione delle navi mercantili e commerciali devono essere rispettati e prenderebbe atto del diritto degli Stati membri, in conformità con il diritto internazionale, di difendere le proprie navi dagli attacchi, compresi quelli che minano i diritti di navigazione e libertà.”

Una coalizione di nazioni guidata dagli Stati Uniti ha pattugliato il Mar Rosso per cercare di prevenire gli attacchi.

Le truppe americane in un incidente affondarono navi Houthi e uccisero 10 combattenti ribelli, sebbene non vi sia stato ancora un ampio attacco di ritorsione nonostante gli avvertimenti degli Stati Uniti.

Tuttavia, l’attacco di martedì sembrava mettere alla prova quale risposta, se mai ci fosse, sarebbe arrivata da Washington.

Nel frattempo, un separato, provvisorio cessate il fuoco tra gli Houthi e una coalizione guidata dall’Arabia Saudita che combatte per conto del governo in esilio dello Yemen è durato for each mesi nonostante la lunga guerra del paese.

Ciò ha sollevato preoccupazioni sul fatto che qualsiasi conflitto più ampio in mare – o una potenziale rappresaglia da parte delle forze occidentali – potrebbe riaccendere le tensioni nella nazione più povera del mondo arabo. Ciò potrebbe anche trascinare ulteriormente nel conflitto l’Iran, che finora ha ampiamente evitato di entrare direttamente nella più ampia guerra tra Israele e Hamas.

#LHMS #Diamond #della #Royal #Navy #abbatte #più #grande #ondata #attacchi #droni #nel #Mar #Rosso #navi #guerra #britanniche #navi #aerei #combattimento #statunitensi #respingono #missili #lanciati #dai #militanti #Houthi #sostenuti #dallIran #che #prendono #mira #navi #mercantili



Leggi di più su day by day mail

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Feder Mobile lancia nuovo portafoglio MOOD fino a 200 Giga al mese: ecco tutti i dettagli – MondoMobileWeb.it | News | Telefonia

Fu squalificato a Pistoia, l’ex Rbr Jazz Johnson assolto dopo due anni dall’accusa di doping