in

Trentino, uccide la compagna e si suicida: la coppia aveva tre bambini

Trentino, uccide la compagna e si suicida: la coppia aveva tre bambini
Trentino, uccide la compagna e si suicida: la coppia aveva tre bambini

Uccide la compagna accoltellandola alla gola e poi si toglie la vita. È successo nel Comune di Valfloriana, in Trentino. Dalle prime ricostruzioni, l’uomo, Igor Moser, 45 anni, ha ucciso la propria compagna, Ester Palmieri di 37 anni, nella sua abitazione e poi si è impiccato a Molina di Fiemme.

La coppia aveva tre bambini di età compresa tra i cinque e gli 11 anni. Sul posto sono in corso gli accertamenti dei carabinieri della compagnia di Cavalese. Secondo i primi accertamenti la coppia, che non period sposata, si stava separando e questo potrebbe aver innescato l’omicidio. Le indagini, sono coordinate dalla pm Maria Colpani. I bambini sono stati affidati in by means of temporanea allo zio che li era andati a prendere da scuola.

L’omicidio

Ha aspettato che i tre figli andassero all’asilo e a scuola e poi avrebbe ucciso a coltellate la compagna nella casa in cui abitavano insieme. Ester Palmieri avrebbe cercato di difendersi senza successo.

A quel punto Igor Moser ha preso l’auto ed è andato in un casolare di proprietà a Castello di Fiemme e si è tolto la vita, impiccandosi.

L’uomo avrebbe dovuto andare a pranzo da alcuni parenti che, non vedendolo arrivare, hanno dato l’allarme. Nell’appartamento della coppia hanno poi trovato il corpo della donna.

Le reazioni

“Ancora un femminicidio nel nostro Trentino. Ancora una tragedia che pare aver seguito l’identico, atroce copione. Il pensiero ora va alle vittime, una donna barbaramente uccisa, i tre figli piccoli rimasti orfani, i familiari straziati dal dolore”. Scrive sui social il sindaco di Trento Franco Ianeselli.

“È un’emergenza e ci riguarda tutti, soprattutto noi uomini spesso incapaci di accettare la libertà e l’autonomia delle donne. Aiutiamoci a uscire da questa spirale di violenza, deponiamo le pretese di possesso e controllo, impariamo un nuovo alfabeto emotivo. Scendiamo tutti in campo, istituzioni, associazioni, cittadini, con iniziative concrete di educazione e prevenzione e sostegno. Voltiamo pagina, al più presto”, conclude Ianeselli nel publish.

Notizia in aggiornamento



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gli influencer e le parole che abbiamo perduto

Gli influencer e le parole che abbiamo perduto

Hockey, Israele escluso dai mondiali “per ragioni di sicurezza”

Hockey, Israele escluso dai mondiali “per ragioni di sicurezza”