in

Dershowitz, l’avvocato di O.J. Simpson che look at nei file di Epstein: “Per tutta la vita ho fatto l’amore solo con mia moglie”

LONDRA – Alan Dershowitz, 85 anni, è stato celebre avvocato di O.J. Simpson, che contribuì a much assolvere dall’accusa di omicidio della moglie. Ma anche di Mike Tyson, Harvey Weinstein, Donald Trump e Jeffrey Epstein, di cui era pure amico, fino alla prima condanna di quest’ultimo a 13 mesi nel 2008 per favoreggiamento alla prostituzione minorile.

“Da allora non abbiamo avuto più contatti, lavoro a parte”, ci assicura l’avvocato americano al telefono da New York, che in questa intervista smentisce di voler rappresentare Israele all’Aia dopo l’accusa di genocidio del Sudafrica. Anche lui è coinvolto nello scandalo del miliardario pedofilo, suicida in carcere nel 2019, perché Virginia Roberts Giuffre – grande accusatrice del principe Andrea – nei processi civili ha sostenuto di essere stata costretta da Epstein a fare sesso con Dershowitz. For each poi ritrattare tutto l’anno scorso. Ora, quelle deposizioni sono riemerse negli “Epstein Files”, ossia le udienze appena desecretate di una vecchia causa for every diffamazione di Giuffre contro Ghislaine Maxwell, complice e compagna di Epstein, che sta scontando 20 anni a New York for every traffico sessuale di minori. “Mi batto da tempo”, spiega Dershowitz, “per much pubblicare tutti i file di quel processo. Nessuno escluso”.

Perché?

“Così dimostrerò la mia innocenza completa. La donna che mi ha accusato ha ammesso dopo anni che ‘forse mi sono confusa con un altro’, for each poi rinunciare a tutte le cause contro di me. Ma questo non si legge nei file pubblicati in questi giorni, perché sono molto selettivi. Contengono solo accuse, ma non le risposte alle accuse. Sono mezze verità. E per me le mezze verità sono bugie”.

Come fa advert arrivare a una conclusione simile dopo uno scandalo simile?

“In The usa se dici una bugia pubblicamente ti denunciano per diffamazione. Ma se lo fai in tribunale, hai l’immunità. For each questo non vedo l’ora che i file vengano pubblicati integralmente. Non posso scendere nei dettagli, ma troverete molte “pistole fumanti” lì dentro contro diversi accusatori di questa storia… Giovedì ho presentato un’altra mozione al tribunale di New York per la pubblicazione integrale. Non ho niente da nascondere”.

Secondo lei accadrà?

“Non lo so. Choose la corte. E se qualcuno fa ricorso contro la pubblicazione delle proprie deposizioni, i file vengono congelati”.

In ogni caso, Dershowitz, nei primi “Epstein Files” pubblicati lei viene citato ben 137 volte…

“Per questo voglio che vengano rilasciati tutti! Dal giorno che ho conosciuto Epstein fino alla sua morte, ho avuto rapporti sessuali solo con una donna: mia moglie. E l’ho giurato pure in tribunale. Ho i dati sui miei spostamenti in aereo, quelli della mia American Categorical, che dimostrano la mia innocenza. Ma i file che contengono tutto ciò ancora vengono rilasciati”.

Ma viste le proporzioni delle accuse e dello scandalo, com’è possibile che lei, for every anni avvocato e amico di Epstein, non si fosse mai accorto di niente?

“Mai. E non sono il solo. Anche il presidente di Harvard, per dire, o premi Nobel che incontrava. Nessuno sospettava di niente. Jeffrey conduceva vite individual. Una volta mi ha prestato casa sua in Florida. Secondo lei, se avessi avuto sospetti simili, avrei permesso ai miei nipotini di soggiornare lì?”.

E dopo la prima condanna di Epstein nel 2008 ha davvero interrotto ogni contatto con lui?

“Certo. Nessun contatto sociale o accademico. Ci sentivamo solo for each questioni legali: avvocati e dottori dovettero rimanere in contatto con lui…”.

E di Clinton e Trump citati nei file che cosa pensa?

“Entrambi conoscevano Epstein. Ma a quanto ne so in maniera innocente”

Da avvocato, cosa pensa del principe Andrea? Dopo le ultime rivelazioni – “afferrò il seno di una 21enne senza consenso a casa Epstein” – ci sono legali che chiedono una nuova incriminazione for every il fratello di re Carlo.

“È stato sciocco e assurdo patteggiare con Virginia. Andrea poteva vincere il caso tranquillamente. Credo che la regina Elisabetta lo abbia costretto a questa mossa. Ma, da avvocato, non l’avrei mai avallata”.

Intanto, si dice che Israele la voglia arrive legale all’Aia dopo la denuncia di genocidio del Sudafrica.

“Sono sempre molto felice di aiutare Israele. Ma questa nomina non accadrà”.



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Almanacco di oggi sabato 6 gennaio: santo, nati e morti del giorno

Al Marconi nel 2023 quasi 10 milioni passeggeri: file storico