in

L’Australia si circonda di mine navali: è la tattica dell’istrice per difendersi dalla Cina

Il Porcospino contro il Dragone. Una metafora che evoca una favola ma sintetizza lo sviluppo della grande sfida per il dominio dell’Oriente. L’Australia infatti vede la minaccia della flotta cinese, sempre più numerosa e più moderna, avanzare rapidamente verso le sue coste. E così abbandona il simbolo nazionale del canguro per imitare l’istrice, chiudendo il Paese dietro una colossale barriera di mine subacquee: «Dobbiamo diventare un porcospino, un’isola fortezza», ha dichiarato il ministro della Difesa Richard Marles, annunciando l’acquisto di migliaia di ordigni sottomarini.



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Incidente Mestre, allertati tutti i Pronto soccorso, richiamato il personale medico. Ecco cosa prevede il protocollo di emergenza

San Petronio, tutti gli eventi. Zuppi benedice la città