in

Autismo, l’Angsa perde la sede. L’appello per trovare una nuova casa entro fine anno

Angsa cerca una nuova sede operativa, e in fretta. «Entro fine anno lasciamo la struttura di Pieve del Pino a Sasso Marconi che il proprietario ci aveva generosamente concesso in comodato d’uso gratuito quattro anni fa, e che ora però deve vendere. Abbiamo bisogno di un nuovo luogo dove portare avanti le nostre attività per i bambini e i ragazzi autistici».

L’associazione, dice la presidente Marialba Corona («350 associati, quasi tutti genitori, pochi i volontari») è alla ricerca di una casa in campagna, «a Bologna o provincia. Abbiamo attivato sindaci, amici, tante persone perché vogliamo continuare i nostri progetti». Attività, come quelle nell’orto, che puntano «ad abilitare i nostri ragazzi adolescenti per futuri inserimenti lavorativi», mentre con i casi più gravi «curiamo le abilità domestiche, come saper svuotare una lavastoviglie.

In questi anni grazie a tantissime donazioni abbiamo accumulato molti arredi, piscine gonfiabili, gazebo. Ci serve quindi una casa in campagna, anche in affitto, con molto spazio verde, che sia un punto di incontro anche per le famiglie, e possibilmente ampi spazi al coperto e alcune camere» per esempio per realizzare i weekend in autonomia. «Da qui a dicembre portiamo avanti le nostre attività, ma speriamo di trovare presto una soluzione».



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Israele, sesso con un detenuto palestinese: stop alle agenti donne nelle carceri

Forum Young lancia un contest per le idee innovative delle giovani eccellenze romagnole