in

Una architetta che gioca in casa per rilanciare la Soprintendenza: «Onorata»

Una architetta che gioca in casa per rilanciare la Soprintendenza: «Onorata»
Una architetta che gioca in casa per rilanciare la Soprintendenza: «Onorata»


Potrebbe essere il nome giusto per portare un po’ di pace negli uffici di via IV Novembre, dopo un turn over che va avanti ormai da anni e che diventato un caso politico. L’architetta Francesca Tomba a giorni metter la sua firma alla nomina di soprintendente di Bologna, Modena, Reggio e Ferrara, una poltrona bollente visto il rapido avvicendamento dal 2016. L’ultima in ordine di tempo ad abbandonare il ruolo stata Alessandra Quarto, architetta di formazione anche lei, arrivata a novembre del 2021 dalla Pinacoteca di Brera di Milano, ma gi tornata nel capoluogo lombardo: nemmeno il tempo di prendere in mano i dossier cittadini e regionali che gi era sul treno che la riportava a casa.


Le permanenze lampo

Prima c’era stata Lisa Lambousier con una permanenza-lampo di sei mesi; prima ancora Cristina Ambrosini che aveva preso il posto dell’archeologo Luigi Malnati. Ora, lo conferma lei stessa, tocca a Tomba, funzionaria di lunga data, stimata dai colleghi di via IV Novembre e di Strada Maggiore, dove ha sede la Direzione regionale dei Beni culturali. Il procedimento per la nomina stato avviato — risponde Tomba —, ci vorr ancora qualche giorno. E solo a quel punto, come il galateo istituzionale impone, Tomba potr dire come intende affrontare le numerose sfide che la attendono nella citt che nel frattempo ha visto i portici diventare patrimonio dell’Unesco e che, da tempo immemore, vede un braccio di ferro a vari livelli sull’uso dello spazio pubblico. Basti solo pensare al tema dei dehors che proprio ieri ha portato il Tar a intervenire sospendendo un provvedimento del sindaco Matteo Lepore.

Il periodo del terremoto

Tomba – e qui sta la sua forza — sotto le Due Torri da molti anni. Sono nel segretariato regionale dal 2010 — spiega lei stessa — e ho vissuto tutto il periodo del terremoto. E quindi della complessa fase di ricostruzione post- sisma in Emilia. Un saper fare sul territorio che le ha consentito di farsi conoscere e apprezzare e che (in molti in via IV Novembre lo auspicano) la aiuter a resistere a lungo in un incarico non certo facile. I ben informati del settore sostengono infatti che quello che presto sar diretto da Tomba diventato un ruolo sempre pi connotato politicamente, dove le discipline tecniche ormai sono state marginalizzate in favore di decisioni spinose dal punto di vista politico. Un ruolo sicuramente molto ambito, ma per certi versi causa di un peso evidentemente poco sopportabile a lungo.

Le sfide

Tomba, 47enne di Imola, per, ha dimostrato di avere le spalle forti ed dentro i meccanismi della Soprintendenza dal 2010: questo dovrebbe bastarle per resistere alle pressioni di un ruolo di grandi responsabilit. Soprattutto a Bologna la attendono le sfide del progetto del tram e del restyling dello stadio. E bisogner capire come affronter insieme all’amministrazione comunale l’annosa questione della pulizia dei muri, soprattutto adesso che c’ la targa dell’Unesco sui portici. Ma saranno sotto la sua competenza anche i territori di Modena, Reggio Emilia e Ferrara. Sono molto contenta del ruolo che mi sar assegnato e cercher di onorarlo — si limita a dire la futura nuova soprintendente —, lo accolgo con entusiasmo. A inizio della settimana prossima arriveranno i documenti ufficiali da Roma e si spera che finalmente la Soprintendenza possa avere la stabilit che aspetta da sei anni.

La newsletter del Corriere del Veneto

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie del Veneto iscriviti gratis alla newsletter del Corriere del Veneto. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

20 gennaio 2023 (modifica il 20 gennaio 2023 | 14:56)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Leggi di più su corriere.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Domenica 26 febbraio a Brescia la marcia per la pace in Ucraina- Corriere.it

Domenica 26 febbraio a Brescia la marcia per la pace in Ucraina- Corriere.it

AlbinoLeffe, Claudio Foscarini è il nuovo allenatore della prima squadra- Corriere.it

AlbinoLeffe, Claudio Foscarini è il nuovo allenatore della prima squadra- Corriere.it