in

L’account Twitter non esiste più. Musk ha cambiato anche il nome del social


Twitter ha cambiato il suo nome su Twitter. L’account del social da stanotte è @x mente il vecchio account ufficiale, @twitter, è stato bloccato e chiuso ai follower. È l’ultima tappa di uno dei rebranding più discussi della storia della digital economy. Twitter di fatto con l’ultima mossa della nuova proprietà non esiste più.

E se finora qualcuno pensava che la piattaforma di microblogging avrebbe comunque mantenuto il suo nome, al netto del cambio del logo, ora è certo che di Twitter non resterà più nulla. Né logo, né nome, né l’anima di ciò che il social è stato finora.

 

Un’icona logora. Cancellata l’ultima traccia di Twitter

Se si accede alla pagina di Twitter compare un messaggio: “Questo account non è più attivo. Segui @X per gli aggiornamenti”. L’immagine del profilo è cambiata. Non è più l’icona dell’uccellino su azzurro sgargiante, ma appare graffiata, logora, come se appartenesse ad un passato da cancellare, da mandare in soffitta. Immagine plastica di quello che Musk sta facendo all’azienda comprata lo scorso anno per 44 miliardi di dollari.

Social

Elon Musk ha cambiato il logo di Twitter. Comincia l’era di “X.com”


Un’azienda di cui evidentemente apprezzava poche cose. Ha licenziato l’80% dei dipendenti, ha azzerato i manager, i consulenti, la struttura stessa.  Ha cambiato logo, nome, natura, obiettivi, progetti del social. Ha stravolto ogni aspetto della vita di quella piazza digitale diventata punto di riferimento di 300 milioni di persone, e migliaia di istituzioni, aziende, associazioni, politici. Cancellando il nome di Twitter ora non resta più nulla. Se non i 300 milioni che la usano, il vero motivido di un’acquisizione costosissima ma necessaria per entrare in un mercato, quello dei social, che non ha molto spazio per chi parte da zero.

È stata cambiata anche l’icona che compare sul browser (si chiama favicon). Resta invece qualche idiosincrasia tra il vecchio e il nuovo: il tasto ‘twitta’ resta ancora lì, così come il nome ‘twitter’ sul browser o il logo sulla app. Ma è ciò che accade in una transizione radicale dal vecchio al nuovo.

 

Chi era il proprietario dell’account @X?

Ma di chi era @X? Un account così facile da registrare è impossibile che non fosse registrato. E infatti non è così. Il proprietario è stato contattato da Techcrunch, si chiama Gene Hwang, ed è un fotografo. Il suo account era @X, ora è @X1234567998765. E ha twittato: “Tutto bene ciò che finisce bene”. Quasi certo che abbia venduto l’account. Chissà a quale cifra.

Intanto gli account ufficiali di Twitter come @TwitterSupport, @TwitterDev e @TwitterAPI sono ora diventati @Support, @Xdevelopers e @API, con il nuovo logo X come immagine del profilo. Ma alcuni account nazionali come Twitter Giappone e Twitter India hanno ancora il vecchio nome. Il servizio di abbonamento dell’azienda, Twitter Blue, è ora @XBlue sul sito. Secondo un aggiornamento sulla pagina Twitter Video (scoperto inizialmente da The Verge), gli utenti verificati ora possono consentire agli altri utenti Blue di scaricare i video che pubblicano sul social network per guardarli offline.

Intelligenza artificiale

Una cripto basata sulla scansione oculare (e un reddito per tutti). Il nuovo progetto del creatore di ChatGpt



Martedì, l’azienda ha brevemente aggiornato il nuovo logo “X” con linee più spesse. Ma successivamente, Elon Musk ha dichiarato di tornare al logo precedente perché non gli piacevano le linee più spesse. Ma che comunque il logo “evolverà nel tempo”.



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Evan è un nuovo giocatore del Rimini

Cosa è successo oggi 26 luglio: la cronaca della giornata