in

Carcere di Piacenza, detenuto trovato morto: era stato minacciato


Accusato di omicidio volontario, reato per il quale si trovava in carcere da due anni e mezzo, Mourad Chail è stato trovato morto all’interno della propria cella nel carcere di Piacenza. Una morte sulla quale aleggia un grande punto interrogativo: per capire la causa del decesso del tunisino, che nel giugno del 2020 a Campogalliano (Modena) aveva ucciso a coltellate il connazionale Mohamed Salah, è stata disposta l’autopsia. Secondo le prime testimonianze la morte di Chail, che lavorava come custode e lavapiatti alla trattoria Barchetta di Campogalliano, potrebbe risalire all’auto inalazione di gas da una bomboletta. Resta da capire però, se si tratti o meno di un gesto di matrice volontaria.


L’arresto e i trasferimenti

Chail, a cui la pena era stata ridotta da 16 a 14 anni, aveva confessato sin da subito il crimine, mostrandosi anche più volte pentito. L’ omicidio si era consumato nelle campagne di Campogalliano dopo una lite furibonda nata in un bar del paese, a causa di motivi dovuti alla droga. Il tunisino, come raccontato dal suo legale Lorenzo Bergami, in un primo tempo si trovava presso il carcere Sant’Anna di Modena, ma dopo alcune minacce era stato trasferito in un primo tempo a Reggio Emilia. Anche qui avrebbe ricevuto ulteriori minacce. Da lì il secondo spostamento, a Piacenza. «Non sappiamo se si sia tratto di un gesto volontario o meno. È stato dato incarico al medico legale per effettuare l’autopsia e attendiamo l’esiti previsto tra sessanta giorni. La famiglia non è riuscita a nominare un consulente tecnico, vorrebbero tenere il denaro per inviare la salma in Marocco», sono state le parole dell’avvocato Bergami.

La newsletter del Corriere di Bologna

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Bologna e dell’Emilia-Romagna iscriviti gratis alla newsletter del Corriere di Bologna. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

20 gennaio 2023 (modifica il 20 gennaio 2023 | 20:09)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Leggi di più su corriere.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Brescia, 25 anni di carcere in sei per i ragazzi della Gang 88 che mostrava i bottini dei furti su Instagram- Corriere.it

Benvenuto Morandi, l’ex sindaco bancario sotto accusa per il crac (con moglie e vice)- Corriere.it