in

«Ma io come campo a Taranto?» Flash mob dei cittadini contro il dl Ilva


diRosarianna Romano

L’inziaitiva messa in campo contro il decreto firmato dal presidente Mattarella il 3 marzo, che rintroduce lo “scudo penale” per la prosecuzione dell’attività industriale

«Ma io come campo a Taranto se il dl viene approvato?». Questa la domanda lanciata sui canali social dalla rubrica «Ma io come campo», fondata da Carmen Zaira Torretta, 27 anni di Grottaglie (Taranto). L’interrogativo si rivolge al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che venerdì 3 marzo ha promulgato il decreto ex Ilva.

Flashmob contro lo scudo penale

Era per scongiurare questa approvazione che la rubrica «Ma io come campo» il 2 marzo aveva organizzato il flash mob #noalloscudopenale, in cooperazione con l’associazione ETS – Genitori Tarantini. «È stata urgente e partecipata quest’iniziativa dal basso – scrive Torretta su Instagram – che, guidata e accolta da Cinzia Zaninelli, presidente dell’Associazione Genitori Tarantini, ha stimolato la voce della popolazione tarantina in direzione corale e con essa ha chiesto instancabilmente giustizia sociale, giustizia ambientale e giustizia ecologica per Taranto».

«Ma io come campo» contro lo sfruttamento del lavoro giovanile

La rubrica «Ma io come campo», nata da circa un mese per stimolare la riflessione sullo sfruttamento del lavoro giovanile, questa volta ha spostato la sua attenzione sulla città ionica. «Ma io come campo a Taranto? – continua – Questa è la domanda a cui hanno risposto i familiari delle vittime innocenti dell’inquinamento atmosferico, attivisti, attiviste, cittadini e cittadine italiane che hanno continuato a manifestare nel metaverso, nonostante il Decreto Legge sia stato confermato». E approvato alla Camera con 144 favorevoli, 103 contrari e 16 astenuti.

Aldo, Giuseppe, Simona, Manuela, Emilia, Andrea, Celeste: sono solo alcuni nomi dei tanti tarantini di tutte le età che hanno risposto all’appello. «Sono Andrea e voglio diventare grande», confessa un bambino di dieci anni affetto da una rara malattia, di cui ha un triste primato: rappresenta l’unico caso in Italia di otto nel mondo. «Dobbiamo mettere in salvo il Pianeta e le nuove generazioni, ha affermato il nostro Presidente. E a Taranto? Zona di sacrificio dichiarato dall’Onu?», si interroga Maria in un altro video.

«Mi sono chiesta cosa potevo fare contro il decreto – dice Torretta -. E ho deciso di annunciare un flash mob. Ho contattato l’associazione Genitori Tarantini, proponendo di dare il via a un movimento pacifico in cui ognuno in un breve video di un minuto ci mette letteralmente la faccia e dice il motivo per cui protesta contro questa ennesima ingiustizia». Un flash mob durato 24 ore, a cui hanno partecipato cittadini e cittadine di Taranto e dintorni, ma non solo. «L’aspetto bello dei flash mob – conclude – è che non si può controllare. L’obiettivo è anche utilizzare un nuovo tipo di linguaggio e interpretare i social network come strumento di equità e partecipazione collettiva. E soprattutto rimarcare in una dimensione corale la giustizia ambientale e ecologica, proprio nei giorni dello sciopero globale per il clima. La cornice in cui la mobilitazione avviene scavalca i confini della nostra città».

La newsletter del Corriere del Mezzogiorno – Puglia

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie della Puglia iscriviti gratis alla newsletter del Corriere del Mezzogiorno. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

La newsletter del Corriere del Mezzogiorno

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie della Puglia iscriviti gratis alla newsletter del Corriere del Mezzogiorno. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

Instagram

Siamo anche su Instagram, seguici https://www.instagram.com/corriere.mezzogiorno/

04 marzo 2023 ( modifica il 04 marzo 2023 | 14:08)





Leggi di più su corriere.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Meteo in Veneto, le previsioni per domenica 8 gennaio: torna la pioggia

Osservatorio AGCOM: Iliad raggiunge il 12,6% di SIM Human. TIM si conferma leader nel mercato FTTH – MondoMobileWeb.it | News | Telefonia