in

Dopo gli Stati Uniti, anche l’Italia: su Instagram arrivano gli abbonamenti

Dopo gli Stati Uniti, anche l’Italia: su Instagram arrivano gli abbonamenti
Dopo gli Stati Uniti, anche l’Italia: su Instagram arrivano gli abbonamenti


Dopo l’esperimento dell’anno scorso negli Stati Uniti, Instagram ha deciso di allargare ad altri Paesi del mondo l’esperienza degli abbonamenti, con cui i creator possono farsi pagare dai follower per l’accesso a contenuti esclusivi.

Secondo quanto spiegato dall’azienda, e come annunciato da Mark Zuckerberg, “nelle prossime settimane i creator idonei in Italia, Australia, Brasile, Canada, Francia, Germania, Giappone, Messico, Spagna e Regno Unito saranno in grado di accedere agli abbonamenti e iniziare a guadagnare grazie al supporto dei fan”; inoltre, “abbiamo in programma di continuare ad ampliare l’accesso a livello globale nei prossimi mesi”.

Social network

Spunta blu a pagamento su Facebook e Instagram: quanto costa (e a che serve) Meta Verified


 

4 vantaggi per gli abbonati

Più o meno come accade su Twitter (che adesso si chiama X), gli utenti potranno scegliere di abbonarsi ai creator preferiti e di sostenerli economicamente pagando una quota mensile.

Da quel che si capisce, i singoli creator saranno liberi di stabilire il prezzo richiesto, aggiungere il pulsante Abbonati al proprio profilo e in cambio potranno offrire 4 tipi di vantaggi diversi ai follower paganti:

  • creare post, reel e Storie solo per gli abbonati, condividere con loro contenuti esclusivi, usare adesivi interattivi nelle Storie o anche realizzare Live riservate solo agli abbonati;

  • le Storie esclusive più recenti verranno automaticamente salvate in una sezione visibile solo agli abbonati;

  • dare agli abbonati accesso o informazioni speciali all’interno di canali broadcast e chat dedicate esclusivamente a loro;

  • accanto ai commenti e ai messaggi inviati dagli abbonati comparirà un badge, in modo da identificarli facilmente e dare priorità alle interazioni con loro. 

Da Instagram hanno spiegato che “con gli abbonamenti è possibile sviluppare connessioni più profonde con i follower che interagiscono di più” e ovviamente anche “accrescere i propri ricavi mensili”, dando in qualche modo maggiore concretezza e tangibilità alla cosiddetta creator ecomomy (cos’è?).

Chiaramente, molta parte del successo sarà legata, oltre che alla bontà dei contenuti, anche all’individuazione di un price point corretto: per questo, e anche per aiutare i creator ad attivare le offerte e fidelizzare gli abbonati, Instagram ha preparato una sorta di Manuale sugli Abbonamenti che sarà accessibile online.

@capoema

 



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scontro frontale sulla Statale 16, bimba trasportata in elisoccorso al Bufalini. Grave anche la mamma

Scontro frontale sulla Statale 16, bimba trasportata in elisoccorso al Bufalini. Grave anche la mamma

Picchia la figlia, poi usa una mazza da baseball contro una donna che la soccorre, padre arrestato a Genova

Picchia la figlia, poi usa una mazza da baseball contro una donna che la soccorre, padre arrestato a Genova