in

Virtus, harakiri a Brindisi: la Segafredo crolla nell’ultima frazione e perde 78-77


(Foto Ciamillo)

Sconfitta surreale per la Virtus, protagonista un vero e proprio harakiri a Brindisi: la Segafredo arriva fino al +24 nelle ultime curve del terzo quarto, ma nell’ultima frazione crolla in modo inopinato e perde 78-77, con il canestro decisivo di Bowman e Mannion che sbaglia il possibile controsorpasso. Un k.o. frutto di un ultimo quarto penoso, in cui la squadra bianconera – con Teodosic, Shengelia e Cordinier a riposo per turnover – butta letteralmente nel bidone dell’umido la partita: non bastano i 20 punti di Ojeleye, che aveva anche firmato il +9 a due minuti e mezzo dal termine, perch l’autogol della Segafredo stato completo.


Inizio in equilibrio

Al PalaPentassuglia la Segafredo parte forte (0-7, poi 3-11) sfruttando il buon lavoro dei suoi lunghi ma l’Happy Casa non si fa abbattere dalla prima spallata e prova a restare in scia con Reed, 6 punti nel solo primo quarto. Scariolo stavolta ruota a undici, dando spazio anche a Camara, cercando sempre di avere energie fresche in campo: quando Brindisi risale a -4, un gioco da quattro punti di Belinelli a stampare il 15-23 che chiude la prima frazione. Con il capitano e con Ojeleye, la Segafredo nel secondo quarto trova un nuovo parziale che vale il +13 (20-33) e che sembra dare un’inerzia chiara alla sfida ma Brindisi trova una nuova reazione: sei punti in fila firmati Mezzanotte-Burnell e contro una Segafredo un po’ confusa in attacco – Mickey ben presto a tre falli – la squadra di Vitucci torna fino al -3 con Perkins. Nel momento del minimo vantaggio arriva un’altra tripla bianconera con Weems e il primo tempo si chiude con le V nere avanti 34-38, nonostante il chiaro dominio a rimbalzo (11-24) non adeguatamente sfruttato a causa delle 11 palle perse.

Monologo Virtus

Dall’intervallo lungo la Segafredo risale con una faccia diversa, partendo ancora una volta con il piede sull’acceleratore: break da 9-0, con Ojeleye grande protagonista, e nuovo +13 bianconero che costringe Vitucci al timeout immediato. Il gap tocca i 15 punti e Scariolo prende anche un tecnico per proteste su un mancato instant replay: il neoacquisto di Brindisi Lamb firma il piazzato della nuova speranza pugliese (41-50), ma Weems punisce la zona e Mannion riapre con le sue giocate una forbice che tocca il +21 sulla schiacciatissima di Bako, con una difesa bianconera che sale mostruosamente di colpi.

Harakiri bianconero

Si arriva fino al +24 (43-67) e il terzo quarto si chiude con la Segafredo avanti di venti punti: un mini-rientro che l’antipasto di quanto accade in apertura di ultima frazione, con la difesa di Brindisi che diventa intensa e la Virtus che toglie troppo presto le mani dal manubrio. L’Happy Casa rientra fino al -10, Mickey sbaglia tutto lo sbagliabile, Scariolo non trova contromisure – cavalcando a lungo troppi uomini – e il PalaPentassuglia entra in partita: Perkins e Lamb firmano il 63-67 con il parzialone che arriva a 20-0 e la Segafredo che rimane oltre cinque minuti a secco. Quando il solito Ojeleye imbuca la tripla che spezza un digiuno eterno sembra il momento della volata vincente, anche perch Jaiteh e Mannion costruiscono il nuovo +9 bianconero che regge fino a due minuti e mezzo dal termine con il gioco da tre punti di Ojeleye che vale il 68-77. Brindisi, per, non muore mai: altra tripla di Lamb e canestro del -4 di Perkins, nuovo blackout Virtus e sulla dormita di Jaiteh arriva il 75-77 di Perkins ai liberi a un minuto dal termine. Weems sbaglia la tripla aperta per chiuderla e di l, dopo un rimbalzo d’attacco, Bowman imbuca il canestro che l’instant replay conferma da tre punti per il 78-77. Restano sei secondi: ultimo attacco Virtus e penetrazione di Mannion ma il layup balla sul ferro ed esce, facendo partire la festa del PalaPentassuglia per un ribaltone clamoroso.

Il tabellino

Happy Casa Brindisi – Virtus Segafredo Bologna 78-77 (15-23; 34-38; 47-67)
Brindisi: Burnell 8, Reed 8, Bowman 15, Harrison 6, Lamb 11, Mascolo 4, Mezzanotte 6, Riismaa, Bayehe 2, Perkins 18. Ne: Fusco e Bocevski. All.: Vitucci.
Virtus: Mannion 9, Belinelli 9, Pajola, Bako 4, Jaiteh 12, Lundberg 2, Hackett 6, Mickey 5, Camara, Weems 10, Ojeleye 20. All.: Scariolo.
Arbitri: Sahin, Perciavalle, Pepponi.
Statistiche – Tiri dal campo: Bri 30/66 (8/21 da tre), Vir 26/57 (8/29 da tre). Tiri liberi: Bri 10/13, Vir 17/21. Rimbalzi: Bri 27, Vir 40. Assist: Bri 12, Vir 8.

La newsletter del Corriere di Bologna

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Bologna e dell’Emilia-Romagna iscriviti gratis alla newsletter del Corriere di Bologna. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

22 gennaio 2023 (modifica il 22 gennaio 2023 | 18:49)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Leggi di più su corriere.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

staremo con chi dedica un assessorato al monte- Corriere.it

Sofia Goggia cade durante la prova di discesa- Corriere.it