in

New York, il serial killer della porta accanto incastrato da una pizza dopo 13 anni

Su di lui esistono serie, libri e anche un film, Lost girls, ragazze perdute. Negli anni lo hanno chiamato in vari modi – Lisk, Long Island serial killer, Gilgo killer, Craigslist ripper – cercato dappertutto, raccontato fino a farlo diventare uno degli autori di cold case più noti degli Stati Uniti.

Gli inquirenti, che su di lui indagano dal 2010, sospettano che sua sia la mano di almeno undici omicidi, nove donne, un uomo e un bambino (quest’ultimi due non sono stati ancora identificati) i cui corpi sono stati rinvenuti tra cespugli e dune nella spiaggia di Gilgo, a Long Island.



Leggi di più su repubblica.it

Written by bourbiza mohamed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Incendio nell’aeroporto di Catania: panico tra i viaggiatori in fuga dalla struttura invasa dal fumo. Voli sospesi fino alle 14

Eventi 16 luglio a Bologna e dintorni: Ariaferma in piazza, Articolo 31, Galeffi e il caso Claps